Salute

Che cosa è l'iperplasia endometriale in menopausa e come trattare

Pin
Send
Share
Send
Send


Con l'inizio della menopausa nelle donne, il contenuto degli ormoni sessuali diminuisce gradualmente. In menopausa, il concepimento diventa impossibile. La mestruazione cessa, poiché i cambiamenti ciclici associati al rinnovo della mucosa nella cavità uterina non si verificano più. Tuttavia, questo non significa che una donna non possa avere problemi con la salute degli organi riproduttivi. Al contrario, con l'inizio della menopausa, la probabilità di comparsa di molte gravi malattie, come l'iperplasia dell'endometrio e il cancro uterino, aumenta in modo significativo. È importante rilevarli e iniziare il trattamento in tempo.

Quale dovrebbe essere lo stato normale dell'endometrio

La membrana mucosa dell'utero protegge le pareti da danni e danni e, dopo l'inizio della gravidanza, trattiene e nutre l'embrione. L'endometrio consiste degli strati esterni (funzionali) e interni (basali). In una donna in età riproduttiva, l'epitelio funzionale periodicamente esfolia (se il concepimento non si verifica) e viene visualizzato sotto forma di mestruazioni. Dopo questo, un nuovo endometrio appare dalle cellule basali in via di sviluppo.

Con l'inizio della menopausa, rimane solo una funzione protettiva. Inizia atrofia (riduzione del volume e dello spessore). Se prima dell'inizio delle mestruazioni, lo spessore ha raggiunto i 18 mm, poi durante la menopausa è di 5 mm. Tali cambiamenti sono considerati la norma fisiologica. Tuttavia, a volte lo spessore del muco non diminuisce, ma aumenta. Iperplasia endometriale in menopausa porta a gravi complicazioni.

Nelle donne giovani, anche l'ipoplasia dell'endometrio (una riduzione anormale dello spessore della mucosa) è considerata una patologia. Porta anche alla sterilità. Tuttavia, durante la menopausa, l'ipoplasia è un normale processo fisiologico e non può essere curata.

Tipi di iperplasia

Esistono i seguenti tipi di malattia:

Ghiandolare. Lo spessore dello strato epiteliale aumenta a causa della crescita e della violazione della forma delle ghiandole che si trovano in esso. La crescita eccessiva avviene nella direzione del tessuto muscolare uterino.

Cistica. Le cellule epiteliali si sovrappongono alle aperture di uscita delle ghiandole, che iniziano a gonfiarsi, formando cavità (cisti). In questa forma della malattia, è possibile la degenerazione cellulare maligna.

Basale. Una rara forma di iperplasia associata alla germinazione in profondità nell'utero dello strato interno (basale) della guaina epiteliale.

Polifo (focale). Le escrescenze sul gambo sottile (polipi) si formano dalle cellule delle ghiandole. Aree separate di crescita dell'endometrio appaiono nel sito della loro formazione.

Atipica. Durante la menopausa, questa forma è rara, poiché i processi nel corpo rallentano. Nel frattempo, l'iperplasia atipica è associata a rapidi cambiamenti anormali nella forma e nella dimensione delle cellule endometriali, che crescono attivamente in altri tessuti. Questa forma è più pericolosa perché entra nel cancro. Iperplasia di questo tipo non viene trattata, l'utero viene rimosso.

Cause dell'iperplasia endometriale durante la menopausa

L'emergere di questa patologia contribuisce alla distruzione del lavoro di alcuni sistemi corporei. I problemi di salute possono comparire prima dell'inizio della menopausa e l'invecchiamento ne esaspera solo le conseguenze.

Disturbi ormonali. Il principale fattore che influenza lo stato dell'endometrio è il contenuto di estrogeni nel sangue. L'iperplasia endometriale si verifica quando il livello di questo ormone supera la norma. A sua volta, il contenuto di estrogeni è regolato dal secondo ormone sessuale femminile - progesterone, che sopprime la sintesi dell'eccesso di estrogeni. Durante la menopausa, c'è una diminuzione della produzione di entrambi questi ormoni. Tuttavia, la violazione del loro rapporto a favore degli estrogeni provoca una crescita patologica della mucosa nell'utero.

L'iperplasia endometriale in menopausa può verificarsi, ad esempio, se una donna utilizza la terapia ormonale sostitutiva per alleviare i sintomi della menopausa. L'emergere della malattia contribuisce all'uso di farmaci contenenti solo estrogeni. Più sicuri sono i mezzi combinati, che contiene anche progesterone. Ristabiliscono il giusto equilibrio di ormoni, prevenendo la comparsa di iperplasia.

Usando la contraccezione ormonale, una donna dovrebbe consultare un medico sull'effetto dei farmaci contraccettivi sul corpo. È necessario selezionare i mezzi in base al background ormonale, che deve essere costantemente monitorato.

Malattie endocrine. Gli ormoni prodotti dalla ghiandola tiroide, dalle ghiandole surrenali e da altri organi del sistema endocrino influenzano anche gli ormoni del corpo. Le violazioni nel lavoro di questi organi possono portare ad un aumento anormale del contenuto di estrogeni.

Disordini metabolici, obesità. Oltre alle ovaie, anche gli estrogeni vengono prodotti nel tessuto adiposo. Nell'obesità, il loro livello supera il livello del progesterone, che porta alla comparsa di patologie nell'utero, così come le malattie delle ghiandole mammarie, del fegato e di altri organi.

Invecchiare il tessuto corporeo. Come risultato dell'invecchiamento, le mucose degli organi genitali diventano più sensibili a danni e infezioni. L'indebolimento del sistema immunitario legato all'età contribuisce alla comparsa di processi infiammatori nell'utero e nelle appendici. Di conseguenza, lo sviluppo cellulare può essere interrotto, anche nell'endometrio.

Lesioni e interventi chirurgici sull'utero. Durante il curettage e l'aborto, la membrana mucosa dell'utero viene distrutta, il che crea i prerequisiti per l'errata formazione di cellule e la comparsa di tumori di diversa natura.

Eredità. Alcune donne hanno una predisposizione genetica alla comparsa di tali malattie.

Aggiunta: il rischio di malattia è aumentato nelle donne non parto e in quelle con mestruazioni che sono comparse in giovane età. Anche l'inizio precoce e tardivo della menopausa sono fattori stimolanti.

Segni di iperplasia con menopausa

I sintomi tipici di questa malattia sono generalmente assenti. Nel periodo di premenopausa, quando la donna ha ancora periodi mensili, in presenza di iperplasia, la regolarità del ciclo è disturbata, il sanguinamento dai genitali appare tra i periodi. Le mestruazioni possono diventare molto dolorose, profuse e prolungate.

In menopausa, se le mestruazioni arrivano di nuovo dopo una pausa di 0,5-1 anni, questo può anche essere un segno di iperplasia. Nel periodo postmenopausale, quando l'apparizione di una qualsiasi scarica ematica è un'anormalità, il loro rinnovo indica chiaramente l'insorgenza di iperplasia endometriale o di tumore maligno nell'utero. Durante questo periodo, l'indebolimento delle difese immunitarie del corpo e le complicazioni delle malattie croniche creano un ulteriore rischio di iperplasia che diventa cancro.

Nota: la probabilità di processi iperplastici nell'utero è aumentata nelle donne in sovrappeso, così come in quelli con mioma o mastopatia. Con il diabete, la malattia del fegato e l'ipertensione, anche il rischio di malattia è grande.

Metodi diagnostici

Se vi sono sospetti che una donna abbia iperplasia endometriale, è prevista una visita con i seguenti metodi:

  1. Ultrasuono transvaginale. Utilizzando uno speciale dispositivo inserito nella vagina, viene misurato lo spessore dell'endometrio. Se durante la menopausa il suo valore è di 5-8 mm, entro sei mesi la misurazione viene ripetuta altre 2-3 volte. Con uno spessore di 8-10 mm prescritto trattamento con farmaci o raschiatura, a seconda del tipo di iperplasia.
  2. Raschiare l'utero. Viene eseguito se il rischio di rinascita nel cancro è troppo grande. Ma questa procedura è anche diagnostica. L'endometrio rimosso viene inviato per l'analisi istologica del contenuto di cellule tumorali.
  3. Biopsia. Questo metodo viene utilizzato solo per la diagnosi di iperplasia diffusa (il processo si applica all'intero endometrio). In caso di forma focale, non è possibile ottenere informazioni poiché è impossibile selezionare accuratamente un campione di tessuto. A tale scopo viene utilizzato un tubo speciale con un pistone (pipel).
  4. Raggi X dell'utero usando una soluzione di contrasto. Questo metodo riesce a vedere i polipi nell'utero, i cambiamenti nella struttura dell'endometrio, le ghiandole.

Trattamento farmacologico

Se il processo non viene avviato, le cellule atipiche non vengono rilevate, quindi l'endometrio viene ripristinato in modo medico. Vengono utilizzati preparati ormonali a base di progesterone. Il trattamento dura circa sei mesi. Tutti i farmaci sono assunti esclusivamente su prescrizione del medico. Monitoraggio costante dello spessore dell'endometrio mediante ultrasuoni. Secondo la dose aggiustata di risultati del farmaco.

Avvertenza: dopo un trattamento medico, la malattia può ricadere, quindi una donna dovrebbe avere un'ecografia ogni 3-6 mesi.

Spesso, tale trattamento viene effettuato prima dell'operazione. Poi diventa meno traumatico, la guarigione è più veloce. Per la profilassi, i preparati ormonali possono anche essere prescritti dopo l'intervento chirurgico.

Trattamento chirurgico

Viene effettuato nei casi in cui la malattia si ripresenta dopo trattamento medico, polipi o cellule anormali si trovano nell'endometrio. Vengono utilizzate raschiature, varie tecniche di cauterizzazione o amputazione dell'utero.

Raschiatura (raschiamento). Viene prodotto per rimuovere le mucose con uno spessore superiore a 10 mm. L'operazione viene eseguita in anestesia locale, dura circa mezz'ora.

Cauterizzazione è particolarmente efficace se ci sono singoli punti focali di iperplasia. Vengono utilizzati metodi come la criodistruzione (combustione a freddo), la distruzione laser, la diatermocoagulazione (utilizzando corrente elettrica).

Isterectomia - amputazione dell'utero, eseguita con degenerazione atipica delle cellule dell'endometrio, una grande profondità dell'utero e un aumentato rischio di cancro. In alcuni casi, le donne in menopausa rimuovono le ovaie se sono anche colpite, cosa che spesso accade durante il periodo postmenopausale.

prevenzione

Con l'inizio della menopausa, una donna deve sottoporsi a un esame ginecologico 1-2 volte all'anno, con la maggior parte delle informazioni sullo stato dell'endometrio date dagli ultrasuoni. Permetterà inoltre il tempo di identificare e trattare le malattie infiammatorie degli organi genitali.

Suggerimento: in età avanzata, le donne non sono consigliate a bere birra, oltre che eccessivamente portate via con prodotti lattiero-caseari. Sono fonti di estrogeni. È utile mangiare pomodori, barbabietole, ananas, olio d'oliva e altri prodotti "anti-cancro".

Con grande cura dovrebbero essere usati rimedi ormonali e vegetali che aumentano il livello di estrogeni nel corpo. È necessario controllare la dieta, non permettendo un aumento significativo del peso corporeo.

Iperplasia endometriale con menopausa

Gli inevitabili cambiamenti che sono caratteristici della menopausa, trovano una risposta in diverse parti del corpo. Una delle caratteristiche del nuovo stato è una diminuzione dell'attività di immunità. Questa causa, così come altri, provoca l'insorgenza e lo sviluppo inaspettato di malattie.

Anche i disturbi ginecologici, che, a quanto pare, dovrebbero dare a una donna una pausa dalla sua presenza, sono in grado di diventare più attivi e minacciare di entrare in una fase più seria. L'iperplasia endometriale in menopausa non fa eccezione. Potrebbe presentarsi per la prima volta senza mostrare segni visibili, placarsi o ricordare a se stessa con una nuova forza.

Cosa significa "iperplasia"?

L'utero ha all'interno del rivestimento mucoso, chiamato endometrio. Questo corpo è composto da diversi strati, ognuno con le proprie funzioni. L'endometrio non è l'unica parte dell'utero, con le sue altre divisioni, ha chiare distinzioni. Ma per molte ragioni, che sono difficili da identificare, le sue cellule iniziano a crescere nello strato muscolare dell'organo.

Lo spessore della mucosa aumenta, causando disturbi ormonali, endocrini e riproduttivi. Iperplasia endometriale con menopausa, questa è la sua anormale distribuzione in profondità negli strati dell'utero. È anche chiamato adenomiosi. A seconda di quali cellule mucose predominano nelle formazioni anormali, esiste più di un tipo di malattia.

Il precursore dell'adenomiosi è l'ipertrofia endometriale in menopausa. Questa è la crescita del volume e della massa degli strati della membrana mucosa dell'utero. Quando le mestruazioni arrivano ancora, allora all'inizio del periodo questo è normale, poiché alla fine diminuirà e il suo strato superiore rifiuterà. Ma in postmenopausa, questo è un segno allarmante, poiché lo spessore dell'endometrio è normalmente mantenuto costante, con determinati valori. A seguito dell'aumento di volume, può iniziare un aumento del numero di cellule di organi.

Cos'è l'adenomiosi?

Nonostante la finezza dell'endometrio, si compone di vari tipi di cellule. I tessuti trovati nel miometrio possono essere un gruppo di un tipo o più. Questo, così come la posizione della crescita anormale determina il tipo di malattia. Gli esperti chiamano le seguenti forme di iperplasia:

  • ghiandolare,
  • Cistica ghiandolare,
  • alopecia,
  • Atipica.

Tipi di malattia ghiandolare e cistica

L'iperplasia cistica ghiandolare dell'endometrio in menopausa appare molto spesso a causa delle caratteristiche cause legate all'età. Questo è un fallimento ormonale, il suo rischio durante la menopausa ha cause naturali. Il diabete mellito, i tumori benigni nelle ghiandole mammarie, l'obesità, i problemi della tiroide, spesso osservati nelle donne dopo i 45 anni, sono favorevoli allo sviluppo della malattia.

Questo tipo di adenomiosi differisce in quanto la sua base è il tessuto ghiandolare, ma la crescita è completata dalla formazione di cisti e noduli in esso. Quest'ultimo può essere trovato, anche sulle ovaie. Le cellule di mucosa penetrano nella bocca delle ghiandole, bloccandole e bloccando il deflusso del loro contenuto. Coltiva la cavità piena di muco.

L'iperplasia cistica dell'endometrio in menopausa minaccia che i tumori benigni possano degenerare in un tumore. Forma un po 'diversamente rispetto alla ghiandola, anche se i cambiamenti esistono nello stesso tessuto. Le cisti in questa forma di adenomiosi si formano aumentando la dimensione delle ghiandole.

Iperplasia focale

Le forme di malessere descritte sopra sono una penetrazione uniforme del tessuto endometriale nello strato muscolare dell'utero. Ma succede che rivela aree patologiche di dimensioni limitate. Questa è l'iperplasia focale.

Consiste principalmente di tessuto connettivo, non ghiandolare. Può anche essere raccolto in polipi, con l'aspetto di formazioni arrotondate sullo stelo con una guaina rosa brillante. Sono entrambi singolari e plurali. I polipi si trovano spesso nel segmento superiore dell'utero, vicino alle tube di Falloppio. Sono permeati dai vasi sanguigni, che a volte sono danneggiati.

L'iperplasia dell'endometrio in postmenopausa è più probabile che si trasformi in un tumore di questo tipo più spesso rispetto al periodo precedente.

Adenomiosi atipica

In uno spessore anormalmente ingrandito dell'endometrio, a volte appare un tipo speciale di cellula, chiamato atipico. Questo accade più spesso quando il tessuto ghiandolare prevale sul tessuto connettivo. L'epitelio è attivamente diviso con la formazione di papille, eccessiva ramificazione delle ghiandole, altre patologie a livello cellulare.

Questo può essere trovato su tutta la superficie dell'endometrio o nelle sue singole sezioni. Quest'ultimo è particolarmente pericoloso a causa dell'alto rischio di transizione verso un tumore maligno.

Perché si verifica iperplasia?

Avendo compreso la minaccia della malattia, molti vorranno sapere perché l'iperplasia dell'endometrio si verifica in menopausa o continua a svilupparsi. Le cause possono formarsi molto prima della comparsa della menopausa. Tra le cause note di iperplasia:

  • Squilibrio ormonale. Nell'età della menopausa si può osservare una quantità sovrastimata di estrogeni rispetto ai progestinici. E sebbene tutti gli ormoni siano prodotti in un volume più piccolo, la loro opposizione non finisce, ma può essere aggravata dall'uso incontrollato di farmaci che alleviano la sindrome della menopausa. La maggior parte di loro contiene estrogeni. Le pillole anticoncezionali possono svolgere lo stesso ruolo

  • Fallimento del metabolismo Con l'età, porta alla comparsa di grasso in eccesso, che ha la capacità di produrre estrogeni. Di conseguenza, l'equilibrio cambia nuovamente a favore di queste sostanze, il progesterone viene soppresso. Disturbi dello scambio provocano diabete, problemi vascolari, problemi al fegato. E anche questo causerà un ispessimento dell'endometrio durante la menopausa,
  • Malfunzionamento endocrino. Le ghiandole surrenali, il pancreas e la ghiandola tiroide producono ormoni che influenzano lo sfondo generale e quindi lo stato del sistema riproduttivo. Malfunzionamenti nel loro lavoro portano ad una quantità anormale di estrogeni, il che significa che può causare adenomiosi,
  • Cambiamenti legati all'età della mucosa genitale. Le conchiglie diventano più sottili, ma diventano più suscettibili a qualsiasi influenza. Aumenta il rischio di infiammazione, infezione. Un gran numero di componenti immunitari si formano nella cavità uterina e nei suoi tessuti, stimolando il tasso di riproduzione delle cellule dell'involucro,
  • Invasione frequente dell'utero. A causa di questi, i recettori del recettore della mucosa quasi non rispondono agli effetti del progesterone. И естественное для менопаузы соотношение с эстрогенами не помогает уберечь клетки органа от усиленного деления.Meno storia di aborti, raschiamento, migliore per la salute della mucosa nell'età della menopausa,
  • Predisposizione genetica. La patologia dell'endometrio in menopausa è più probabile che si verifichi tra coloro i cui antenati nella linea femminile non stavano bene,
  • Insufficienza immunitaria. Sta nel fatto che i componenti protettivi prodotti dall'organismo percepiscono il rivestimento uterino come un tessuto estraneo. Questo costringe quest'ultimo a produrre il proprio genere.

La presenza di fibromi, la mastopatia può anche stimolare la comparsa di adenomiosi.

Segni di malattia

L'iperplasia dell'endometrio nei sintomi postmenopausali è leggermente diversa rispetto alle donne giovani con la stessa diagnosi. Ciò è dovuto a differenze nell'equilibrio ormonale. L'adenomiosi si manifesta:

  • Sanguinamento improvviso che può essere una macchia o intenso. È impossibile confonderli con le mestruazioni, allo stadio descritto la funzione ovarica alla fine si estinse. Tuttavia, si verifica anche iperplasia endometriale in menopausa senza dimissione,
  • Dolori addominali, tirando carattere,
  • Maggiore affaticamento e irritabilità,
  • Mal di testa.

Alcuni possono occasionalmente avere una forte sete irragionevole (a causa di zucchero saltato nel sangue), per aumentare di peso. E a volte l'iperplasia endometriale in menopausa non mostra affatto i sintomi, presentandosi solo durante un esame di routine. Ecco perché è importante monitorare lo stato degli organi riproduttivi anche quando le loro funzioni principali sono già state soddisfatte.

Quando hai bisogno di preoccuparti?

Gli esperti identificano la diagnosi di "adenomiosi" e ne stabiliscono l'aspetto. A tale scopo sono stati creati metodi hardware, il principale dei quali è l'ultrasuono. Si svolge ogni anno e in assenza di problemi. C'è un tale indicatore come lo spessore dell'endometrio, nella malattia postmenopausale la sua frequenza è di 4-5 mm, non di più. A questo punto, atrofizza, perché nella membrana mucosa non si verificano più cambiamenti ripetuti. È accettabile anche l'aderenza di alcune parti dell'utero, l'aspetto del fluido nella cavità dovuto al restringimento parziale del canale della sua cervice.

La norma endometriale in menopausa include anche la valutazione della sua struttura da parte di uno specialista. Se ci sono cambiamenti che non si intrecciano con l'età, il loro carattere è determinato.

Lo spessore dell'endometrio con una menopausa di 6-7 mm è un motivo per un'osservazione più attenta. Una donna dovrà fare un'ecografia dopo 3 mesi e 6 mesi dopo.

L'endometrio spesso in menopausa è chiamato così, che va da 8 mm. In questo caso, l'indicatore porta alla raschiatura e all'analisi del materiale ottenuto. E se è 10-15 mm, l'esame istologico sarà necessario.

Il muco nell'utero degli ultrasuoni durante la menopausa deve essere considerato insieme ad altri sintomi. Se c'è dolore e scarico dal sangue, non è solo il risultato di una naturale atrofia dell'organo, ma un segno di infiammazione, alterazioni ipertrofiche nella membrana.

Sbarazzarsi di adenomiosi in menopausa

Il trattamento dell'iperplasia endometriale in menopausa è determinato dal tipo e dalla prevalenza della patologia, nonché dalla durata del corso. Esistono diverse possibilità di eliminazione: i metodi domestici possono essere utilizzati come aggiuntivi.

Il medico dovrebbe scegliere i metodi di trattamento, l'attività amatoriale porterà ad un aumento dei sintomi e alla negligenza della malattia. È in pericolo di vita, perché alcuni tipi di adenomiosi possono trasformarsi in cancro.

Anche in assenza di sintomi, in seguito sarà necessario monitorare lo stato endometriale durante le visite dal medico.

Farmaci per adenomiosi

Iperplasia endometriale nella terapia della menopausa senza intervento chirurgico può essere solo in assenza di polipi fibrosi. La terapia farmacologica è l'effetto dei farmaci ormonali per ridurre l'effetto sul rivestimento uterino di estrogeni. Vengono utilizzati i seguenti strumenti:

  • Acetato di Megestrol,
  • medrossiprogesterone,
  • Idrossiprogesterone caproato,
  • noretisterone,
  • Goserelin.
  • buserelin,
  • Zoladex,
  • Diferelin,
  • danazolo,
  • Gestrinone.

L'iperplasia postmenopausale viene trattata con un ricevimento obbligatorio

  • Ursosana, Phosphogliv, Essentiale per ripristinare il fegato,
  • Eparina, Hepatrombin per prevenire la coagulazione del sangue.

I progestinici e gli agonisti degli ormoni che rilasciano le gonadotropine, così come le antigonadotropine, richiedono da 3 a 6 mesi, monitorando costantemente l'ecografia dello stato dell'endometrio.

A volte la terapia farmacologica viene utilizzata prima dell'intervento per restringere i focolai di adenomiosi. L'intervento in questo caso sarà il meno traumatico.

Raccomandiamo di leggere un articolo sulle donne in postmenopausa. Imparerai a conoscere le manifestazioni di questa condizione, in particolare le secrezioni, l'estinzione della funzione riproduttiva, la necessità di farmaci.

Quando non fare a meno del trattamento chirurgico?

Il trattamento dell'iperplasia dell'endometrio postmenopausale è più spesso chirurgico, soprattutto quando si ripresenta, o ci sono prerequisiti per il cancro. Cellule atipiche trovate nell'organo, un bisogno diretto di essere operati. La chirurgia può includere:

  • Nel curettage. Il curettage della menopausa è raccomandato per le mucose con uno spessore di 10 mm. È anche molto informativo per la diagnostica. Il medico rimuove lo strato superiore del muco con tutte le escrescenze, facendolo sotto anestesia endovenosa. L'operazione dura 20-30 minuti
  • In cauterizzazione. Questo metodo è appropriato per la diffusione focale. Aree trattate con laser di adenomiosi. Crollano e vengono rimossi in seguito da soli,
  • Nella criodistruzione Il metodo è simile alla cauterizzazione, ma qui non usano temperature elevate ma basse. Le aree patologiche si spengono e lasciano anche l'utero,
  • Nell'isterectomia. Ad alto rischio di sviluppare il cancro, cioè tipi complicati di iperplasia atipica, l'utero viene rimosso. In menopausa tardiva, una minaccia simile può aggrapparsi alle ovaie. E perché a questa età, l'operazione cattura tutte le appendici dell'utero.

Saranno modi popolari?

Il trattamento dell'iperplasia endometriale nei rimedi popolari in postmenopausa non dovrebbe essere preso come base. In aggiunta puoi usare:

  • Una miscela di succo di radice di bardana e baffi d'oro. Prendi proporzioni uguali e prendi 1 cucchiaio. due volte al giorno
  • Tintura di alcool di ortica. Per 200 g di erba hai bisogno di 500 ml di liquido. Insistere 3 settimane al buio, bere 1 cucchiaino. al mattino e prima di coricarsi.

Il primo della lista dovrebbe essere esami regolari da un ginecologo, nonostante l'eccellente stato di salute.

Manifestazioni di iperplasia endometriale in pre-, post-menopausa, diagnosi e trattamento della malattia

Il periodo climaterico per una donna è un'epoca in cui il numero e la proporzione di ormoni sessuali, che le hanno fornito uno stato di salute abbastanza buono, varia notevolmente. Ora deve essere particolarmente attenta alla sua salute e prestare attenzione a quei cambiamenti che erano brevi nella gioventù e che non destavano preoccupazione.

Soprattutto riguarda le mestruazioni: il loro rafforzamento, l'aspetto dopo una lunga interruzione o la situazione in cui si ripetono due volte al mese è pericoloso. Questa potrebbe essere la manifestazione dell'iperplasia endometriale in menopausa, una malattia che può "degenerare" nel cancro senza un trattamento adeguato. Particolarmente a rischio sono le donne che hanno avuto mestruazioni pesanti, hanno avuto o hanno fibromi uterini, endometriosi o un tumore al seno.

Cos'è l'iperplasia endometriale?

Il termine "iperplasia" si riferisce ad un aumento dello spessore del tessuto (in questo caso l'endometrio) dovuto alla eccessiva formazione delle sue cellule costituenti.

L'endometrio è chiamato rivestimento interno dell'utero, che è progettato per garantire che l'embrione appaia condizioni per la nutrizione e lo sviluppo.

La principale responsabilità di fornire al feto nutrienti è lo strato interno e funzionale dell'endometrio. Prima dell'inizio della menopausa, è soggetto alle seguenti modifiche ogni mese:

  1. Subito dopo la fine delle mestruazioni, è molto sottile - fino a 1 mm.
  2. Prima del rilascio di un uovo maturo, i principali ormoni sono gli estrogeni. Provocano un ipertrofia naturale della membrana mucosa - un aumento delle sue cellule in volume. Lo spessore di questa membrana uterina dovrebbe essere 4-5 mm.
  3. Nella speranza di fecondare l'ovulo nell'ovaio, si forma un corpo luteo - un organo endocrino temporaneo che secerne il progesterone nel sangue. Questo ormone "comanda" all'endometrio di aumentare di volume, le sue ghiandole acquisiscono una forma tortuosa e iniziano a produrre un liquido limpido. Escrescenze specifiche sulle cellule superiori di questo strato - le ciglia - attivamente "sfarfallio", contribuendo a promuovere un uovo fecondato. Lo spessore della zona uterina funzionale qui - fino a 8 mm.
  4. Se il concepimento non si verifica, ciò che l'endometrio "impara" dall'assenza di un aumento della gonadotropina corionica e del progesterone, diventa più sottile, ci sono aree di emorragia e necrosi in esso, e presto si esfolia completamente - si verifica la mestruazione.

Lo strato basale inferiore dell'endometrio è quasi invariato. Ma dà origine a nuove cellule dello strato funzionale, invece di quelle esfoliate.

In menopausa, il bisogno di maturazione delle uova scompare, i livelli degli ormoni sessuali si riducono, i cicli mestruali scompaiono. Lo strato endometriale funzionale dovrebbe gradualmente atrofizzarsi, scomparendo quasi completamente in postmenopausa.

Ma se c'è un aumento del livello di estrogeni nel corpo e i progesteroni cessano di avere un effetto inibitorio, la "zona di lavoro" cresce sempre di più. Spesso tali situazioni si verificano molto prima della comparsa della menopausa, quindi l'iperplasia dell'endometrio è comune nel periodo pre-menopausale.

Cause dell'iperplasia endometriale

Questa malattia è registrata in più del 15% delle donne. Le sue cause sono quelle condizioni in cui il livello di estrogeni nel sangue aumenta:

  • obesità (le cellule grasse possono convertire l'ormone maschile testosterone in estrogeno),
  • tekomatoz: la proliferazione del tessuto ovarico funzionale, che spesso si verifica nelle donne dopo i 40 anni a causa di uno squilibrio degli ormoni "di comando" prodotto dal sistema ipotalamo-ipofisario,
  • tumori ovarici produttori di estrogeni,
  • malattie epatiche, in cui il livello delle proteine ​​nel sangue diminuisce (è il fegato che le produce), che lega gli estrogeni e impedisce loro di interagire con i recettori,
  • malattie delle ghiandole surrenali, in cui aumenta il livello di estrogeni,
  • aumento dei livelli di insulina nel diabete mellito, che aumenta il tessuto di lavoro delle ovaie,
  • assumere droghe con estrogeni,
  • predisposizione genetica alla maggiore produzione di estrogeni,
  • frequente manipolazione dell'utero (aborto, curettage), che portano alla sostituzione del normale tessuto connettivo epiteliale. A causa della diminuzione del volume di tessuto funzionale, l'endometrio reagisce in modo peggiore ai comandi dei progesteroni.

L'iperplasia endometriale non è sempre causata da un aumento della quantità assoluta di estrogeni: la durata dell'effetto degli estrogeni sulla mucosa uterina è più importante. Vale a dire, nella menopausa e nella premenopausa, si verifica una situazione in cui, a causa di cicli anovulatori (senza ovulazione), la loro prima fase viene estesa e un basso livello di progesterone non è in grado di trasformare l'endometrio in ghiandole secernenti.

La malattia si manifesta più spesso in perimenopausa - il periodo che copre la premenopausa e la menopausa (in realtà la menopausa). L'iperplasia dell'endometrio postmenopausale è rara.

I fibromi, i fibromi uterini, l'endometriosi e la mastopatia, anche quando sono guariti, non sono cause di patologia, ma marcatori che indicano che una donna ha un'alta probabilità di sviluppare iperplasia nelle donne in perimenopausa.

Un'altra condizione indicativa è una menopausa precoce (precedente a 45 anni). Tutte queste donne devono sottoporsi a esami ginecologici preventivi 2 volte l'anno e ecografia degli organi riproduttivi - 1 volta all'anno.

Classificazione della malattia

Basato sulla divisione della patologia in specie secondo la struttura istologica, il ginecologo seleziona il trattamento dell'iperplasia endometriale in menopausa. Quindi, ci sono 5 tipi di patologia:

  1. Iperplasia ghiandolare Caratterizzato dalla proliferazione delle ghiandole endometriali. Diventano tortuosi, ma non si intasano, evidenziando il loro segreto nel lume dell'utero. Questo tipo ha il corso più benigno e una buona prognosi.
  2. Tipo cistico. In questo caso, le ghiandole non crescono molto, ma diventano bloccate, formando le cisti. Forma molto più maligna della precedente.
  3. Iperplasia cistica ghiandolare. In questo caso, le ghiandole e crescono, e i loro dotti escretori sono bloccati. Può provocare il cancro nel 5% dei casi.
  4. Forma focale di patologia. L'endometrio si espande e cambia solo in uno o più siti nell'utero, sotto forma di polipi.
  5. Tipo atipico La forma più maligna (il cancro si sviluppa nel 60% dei casi), attribuibile al precanceroso.

Come si manifesta la patologia in menopausa?

I sintomi dell'iperplasia endometriale in menopausa non sono molto diversi da quelli che indicano questa patologia dopo l'assenza delle mestruazioni per 12 mesi. I principali sono le perdite vaginali di sangue. Sono abbondanti o scarse, ma apparire dopo una mancanza di mestruazioni o, al contrario, comparire due volte al mese, può indicare una malattia.

Spesso, il sanguinamento è accompagnato da dolore cramping nel basso addome. Molto raramente, l'iperplasia dell'endometrio si manifesta senza scarica - solo con dolore o con sintomi "comuni" come mal di testa, insonnia, aumento di peso, diminuzione delle prestazioni, sete e irritabilità particolari.

In premenopausa, la presenza della malattia può essere sospettata per i seguenti motivi:

  • le mestruazioni sono diventate dolorose
  • il ciclo è diventato irregolare
  • comparsa di sanguinamento due volte al ciclo
  • c'è stato un ritardo prima dei previsti periodi mensili, e poi è iniziato un sanguinamento pesante,
  • il flusso mestruale con un ciclo regolare divenne abbondante,
  • "Mensile" dura 10-14 giorni.

Come è la diagnosi?

La diagnosi di iperplasia endometriale viene effettuata dal ginecologo sulla base di esami strumentali, che lo specialista prescrive sulla base dei reclami o dei dati della colposcopia della donna, quando il medico può rilevare formazioni simili a un polipo.

Uno dei principali metodi diagnostici è l'ecografia dell'utero, eseguita mediante una sonda transvaginale. Se rivela che lo spessore dell'M-echo (endometrio) è di 6-7 mm in menopausa, è prescritta un'isteroscopia - un esame della cavità uterina con l'uso di strumenti endoscopici. Durante questa procedura, eseguita in anestesia generale, è possibile prendere diverse aree dell'endometrio per l'esame istologico.

Se nella menopausa M-echo è di 8 mm e più, viene eseguito il curettage diagnostico dell'iperplasia endometriale per escludere il cancro. Viene eseguito anche in anestesia generale ed è allo stesso tempo una procedura terapeutica e diagnostica, che consente sia di arrestare abbondante sanguinamento sia di esaminare completamente l'endometrio "raschiato" al microscopio.

Ispessimento endometriale di oltre 10 mm - un'indicazione per il curettage separato e lo studio dell'utero con fosforo radioattivo. Quando viene introdotto in una vena, migra verso le trazioni endometriali "malsane" (dove le cellule sono modificate), dove si accumula. Per l'esame istologico, sono queste zone che vengono prese.

Tattiche terapeutiche

Il trattamento della malattia dipende dal tipo istologico (ghiandolare, cistica, ecc.), Dall'età della donna, dalla concentrazione dei suoi ormoni sessuali nel sangue, dalla presenza di cancro al seno.

È prudente quando vengono prescritti vari tipi di ormoni, e operativi: bruciando le aree ricoperte di vegetazione, raschiandole o rimuovendo l'utero.

Donne 40-45 anni

All'età in cui ci sono ancora le mestruazioni, vengono applicate le seguenti tattiche di trattamento:

  1. Se viene rilevata una maggiore quantità di estrogeni, non vi è alcun tumore al seno e non vi sono cellule atipiche (anormali, precancerose o tumorali) nell'endometrio iperplastico, i contraccettivi orali (Regulon, Novinet) sono prescritti per un ciclo di 3 mesi. Se non vi è alcun effetto, viene eseguito un trattamento chirurgico: la bruciatura del laser dai fuochi troppo cresciuti (ablazione laser) o il curettage.
  2. Se, oltre a una maggiore quantità di estrogeni, si trovano cellule precancerose (atipiche) nello strato funzionale dell'utero, i contraccettivi orali vengono prescritti a scopo terapeutico o viene inserito un sistema intrauterino di tipo Mirena. Il corso dura 3 mesi, dopodiché viene effettuato un trattamento chirurgico. In alcuni casi, viene considerata anche la questione della rimozione dell'utero.
  3. Se un esame istologico rivela il cancro, viene trattato con chemioterapia, radioterapia e trattamento chirurgico. Dopo questo, vengono prescritti ormoni, come se si creasse cicli mestruali naturali e si mantenga il metabolismo di una donna a un livello che è sufficiente a questa età.

Buoni risultati nell'iperplasia dell'endometrio premenopausale sono dovuti a Duphaston. Questo farmaco progesterone blocca gli effetti dell'estrogeno sull'endometrio, fermando la sua crescita. Durante l'assunzione di questo farmaco può sangue intermestruale.

Principi di trattamento per le donne tra i 46 ei 52 anni in menopausa

Il trattamento mira a raggiungere 2 obiettivi principali: fermare il sanguinamento e prevenirne il rinnovo. Per l'implementazione del primo paragrafo eseguire l'ablazione del curettage, diatermico o laser, dopo di che vengono prescritti farmaci emostatici: Ditsinon, calcio cloruro, calcio gluconato.

La prevenzione del sanguinamento ricorrente viene effettuata utilizzando uno dei tipi di ormoni:

  • contraccettivi orali combinati
  • антагонистов гонадотропин-рилизинг-фактора (Бусерелин, Госерелин и другие),
  • a volte - analoghi sintetici del progesterone (Duphaston, Norkolut).

Terapia postmenopausale

Il trattamento dell'iperplasia endometriale in pazienti in postmenopausa in assenza di cellule atipiche nell'endometrio viene eseguito con metodi chirurgici: ablazione laser, curettage. Dopo l'intervento chirurgico, viene eseguita la terapia ormonale sostitutiva, il dispositivo intrauterino può essere posizionato.

Se le cellule atipiche vengono rilevate nelle donne in postmenopausa nell'endometrio, viene eseguito un trattamento chirurgico seguito da chemioterapia o radioterapia.

Iperplasia endometriale in menopausa: trattamento, sintomi, tipi

L'iperplasia endometriale è un cambiamento e proliferazione patologica, ormonale del rivestimento uterino.

L'iperplasia è un processo proliferativo causato dalla riproduzione anormale delle cellule della ghiandola uterina e, in misura minore, delle cellule del tessuto connettivo (stroma) dell'endometrio.

È importante capire che l'iperplasia del rivestimento uterino non è un problema locale, ma un'interruzione del lavoro dell'intero organismo.

Iperplasia dell'endometrio perimenopausale colpisce fino al 50% delle donne. L'incidenza massima è nel primo periodo postmenopausale. Lo sviluppo del carcinoma endometriale nelle donne anziane nell'80% dei casi è dovuto alla neoplasia di iperplasia endometriale ricorrente dell'utero in menopausa. Ecco perché questa malattia richiede una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato.

Endometrio: struttura, iperplasia

Il "colpevole" diretto dell'iperplasia endometriale tipica è uno squilibrio ormonale: l'effetto dominante sul rivestimento uterino degli estrogeni sullo sfondo del deficit di progesterone.

Perché l'endometrio è importante e cos'è l'iperplasia

Il rivestimento dell'utero, che è rappresentato dall'endometrio, è necessario per prevenire il danneggiamento e l'adesione delle pareti dell'organo, nonché la ritenzione e l'alimentazione del feto durante la gravidanza. La struttura di questa parte dell'utero è rappresentata dai livelli esterno e interno, che sono anche chiamati rispettivamente funzionale e basale.

In età riproduttiva, lo strato endometriale funzionale esfolia durante il sanguinamento mestruale. In seguito a ciò, si forma un nuovo strato funzionale dallo sviluppo di cellule basali.

Nel periodo menopausale, l'endometrio svolge solo una funzione protettiva. I suoi cambiamenti atrofici progrediscono gradualmente: il volume totale diminuisce, lo spessore diminuisce.

Fai attenzione! Se prima dell'inizio del sanguinamento mestruale, lo spessore dello strato di endometrio raggiungeva 18 millimetri, quindi durante la menopausa questo valore è di circa 5 mm.

Uno specialista dovrebbe essere trattato a scopo preventivo.

Tali cambiamenti sono la norma della fisiologia femminile. Ma in alcuni casi, lo spessore del pavimento aumenterà. Questo fenomeno è chiamato iperplasia. Tale condizione può portare a una serie di complicazioni, quindi è importante visitare regolarmente il ginecologo anche durante il periodo della menopausa per diagnosticare precocemente e assegnare un corso razionale di correzione terapeutica.

Possibili forme di iperplasia

Secondo la classificazione istologica, l'iperplasia endometriale durante la menopausa può essere uno dei seguenti tipi:

  1. Ghiandolare. In questo caso, un aumento dello spessore dello strato di rivestimento endometriale si verifica a causa della proliferazione delle cellule ghiandolari. La crescita dello strato endometriale è osservata nella direzione del miometrio.
  2. Cistica. Le cellule epiteliali chiudono i dotti escretori delle ghiandole, con il risultato che le ghiandole stesse aumentano di volume con la formazione di cavità cistiche. Questa forma di patologia può essere il punto di partenza della malignità - trasformazione maligna.
  3. Basale. È una forma rara di patologia. Manifestato da un'eccessiva proliferazione di cellule dello strato basale dell'epitelio.
  4. Polifo o focale. Le escrescenze sono formate da cellule ghiandolari, nel luogo di formazione di cui l'endometrio cresce.
  5. Atipica. Questa forma di iperplasia durante la menopausa è piuttosto rara, tuttavia è la più pericolosa. Ciò è dovuto all'alto rischio di trasformazione del cancro.

Classificazione clinica (come raccomandato dall'OMS):

  • Semplice senza atipia. Aumentare il numero di elementi stromali e ghiandolari senza ristrutturare lo strato mucoso dell'utero.
  • Difficile senza atipia. Esiste una riorganizzazione strutturale (cambiamento di localizzazione, forma e dimensioni delle ghiandole endometriali) senza attivazione della mitosi.
  • Semplice atipico. Un'aumentata attività mitotica delle cellule senza cambiamenti strutturali.
  • Difficile atipico. Si verifica una riorganizzazione strutturale delle cellule e la loro attività mitotica aumenta.

Sulla base della classificazione clinica, viene effettuata una diagnosi e viene determinata la strategia di trattamento.

Eziologia dei cambiamenti iperplastici durante la menopausa

In menopausa, i cambiamenti iperplastici nello strato endometriale possono essere causati dai seguenti fattori:

  1. Le fluttuazioni dei livelli ormonali sono un fattore chiave nell'attivazione dei processi iperplastici. L'iperplasia si verifica con un alto contenuto di estrogeni nel sangue. La concentrazione di questi ormoni nel sangue è controllata dal progesterone, che sopprime la loro sintesi. Tuttavia, durante la menopausa, la sintesi di entrambi i tipi di ormoni diminuisce. L'iperplasia in menopausa è innescata da una violazione del rapporto tra estrogeni e progesterone a favore del primo.
  2. Terapia ormonale sostitutiva incontrollata. Molti rimedi per sopprimere i sintomi della menopausa non sono così sicuri come appaiono a prima vista. Anche i rimedi a base di erbe possono provocare un'eccessiva proliferazione cellulare.
  3. Patologia del sistema endocrino. Interruzione del sistema endocrino (tiroide, ghiandole surrenali) può causare una crescita anormale delle cellule endometriali a causa dell'effetto stimolante degli ormoni a livello di estrogeni nel sangue.
  4. Disordini metabolici Nel caso di una quantità eccessiva di tessuto adiposo nel corpo, si osserva un eccesso di livelli normali di estrogeni, che porta a iperplasia. Quindi il sovrappeso è un fattore di rischio significativo per i cambiamenti iperplastici.
  5. L'indebolimento dell'immunità, provocando l'infiammazione dell'utero e delle sue appendici, può portare a processi iperplastici. Lo sviluppo di iperplasia sullo sfondo di endometriti croniche conduce e l'infezione con infezioni trasmesse sessualmente.
  6. Lesioni traumatiche dell'utero, compresa la chirurgia.
  7. Predisposizione ereditaria

Quali sono i segni di iperplasia?

In presenza di alterazioni iperplastiche, i sintomi clinici di solito sono assenti. Se c'è un'iperplasia endometriale in premenopausa (cioè, c'è ancora sanguinamento mestruale), allora può causare fluttuazioni nella durata del ciclo, è anche possibile che il sanguinamento si verifichi nell'intervallo tra le mestruazioni. Dolore durante l'aumento delle mestruazioni, il sanguinamento è più abbondante e prolungato.

Iperplasia endometriale in menopausa senza secrezioni viene rilevata solo durante gli esami preventivi. Nel periodo della menopausa, la conferma indiretta dei processi iperplastici può essere la ripresa delle mestruazioni dopo una pausa di 1 anno.

L'iperplasia dell'endometrio postmenopausale può provocare la comparsa di secrezioni patologiche con impurità del sangue. I cambiamenti iperplastici durante questo periodo sono particolarmente pericolosi, poiché la difesa immunitaria è indebolita, il rischio di esacerbazione di patologie croniche e trasformazione maligna è grande.

A qualsiasi età, l'iperplasia dell'endometrio può portare a sanguinamento uterino. In premenopausa, tale complicazione diventa spesso il risultato di una lunga e abbondante mestruazione.

È importante! La probabilità di iperplasia è aumentata in queste categorie di pazienti: sovrappeso, con mastopatia, mioma, diabete, ipertensione, patologie epatiche nella storia.

Come viene diagnosticata l'iperplasia dell'endometrio

I seguenti metodi sono inclusi nella gamma di metodi diagnostici informativi:

  1. Ecografia transvaginale Consente di identificare lo spessore del rivestimento endometriale. Nel caso in cui lo spessore sia determinato da 5 a 8 mm in postmenopausa, per un anno e mezzo, lo studio deve essere ripetuto 2 o 3 volte. Se lo spessore è determinato da 8 a 10 mm o più, le misure correttive vengono assegnate in base alla forma del processo patologico e alle caratteristiche individuali del caso clinico.
    1. Il principale criterio per l'iperplasia dell'endometrio postmenopausale è un aumento di M-eco superiore a 5 mm. Nelle donne mestruate in premenopausa, lo spessore dell'eco-M sul 5-7 ° giorno del ciclo non deve superare i 18 mm.
  2. Isteroscopia. Consente di valutare visivamente lo stato dell'endometrio, di assumere il tipo di iperplasia, di identificare le comorbidità.
  3. Curettage diagnostico. Durante questa procedura, viene rimossa una parte dello strato endometriale, dopo di che gli specialisti ne studiano le caratteristiche istologiche. Consente di determinare il tipo di iperplasia, per identificare i cambiamenti precancerosi.
  4. Biopsia. Questo metodo di diagnosi è appropriato in forme diffuse di patologia. Il biomateriale viene raccolto usando un tubo - un tubo speciale con un pistone.
  5. Esame a raggi X dell'utero con il coinvolgimento del contrasto. Il metodo consente di determinare i cambiamenti nella struttura del rivestimento endometriale dell'organo.

Terapia farmacologica

Se il processo patologico viene identificato in modo tempestivo, non vi è alcuna atipia cellulare, quindi la somministrazione più razionale di farmaci. Il medico prescrive farmaci ormonali:

  • Agonisti dell'ormone che rilasciano le gonadotropine.
  • Farmaci a base di progesterone.

La durata del trattamento è di 6 mesi o più. Le medicine dovrebbero essere assunte solo in base a appuntamenti medici.

È importante monitorare regolarmente lo spessore dello strato endometriale mediante ultrasuoni per determinare la necessità di un aggiustamento della dose.

Monitoraggio dell'efficacia della terapia:

  • Stati Uniti.
  • Biopsia di aspirazione endometriale.
  • Isteroscopia con curettage diagnostico separato.

I tempi del controllo dipendono dalla forma della patologia.

Viene inoltre effettuato un ciclo di terapia farmacologica prima dell'intervento per ridurre il trauma e accelerare la guarigione. In alcuni casi, gli ormoni sono prescritti dopo l'intervento chirurgico.

Correzione chirurgica

È necessario in questi casi:

  • ricorrenza della patologia dopo terapia farmacologica,
  • rilevamento polipo
  • rilevamento di atipia cellulare.
  • sanguinamento uterino,
  • combinazione con adenomiosi, mioma uterino,
  • la presenza di controindicazioni per la terapia ormonale.

Il trattamento chirurgico prevede l'uso di uno dei seguenti metodi:

  1. Raschiatura o raschiamento Razionalmente, se necessario, rimuovere l'area del rivestimento, il cui spessore è superiore a 10 mm. L'intervento viene effettuato con l'uso dell'anestesia o dell'anestesia locale, la sua durata è di circa 30 minuti.
  2. Ablazione dell'endometrio. È usato nei casi di alterazioni iperplastiche focali. Vengono utilizzate tecniche come criodistruzione, diatermocoagulazione, distruzione laser.
  3. Isterectomia, cioè rimozione dell'utero. È consigliabile nel caso di atipia cellulare e un alto rischio di malignità, con una significativa profondità di danni agli organi, quando combinato con mioma, adenomiosi.
  4. Estirpazione dell'utero con appendici - mostrata nella patologia ricorrente postmenopausale.

Misure preventive per ridurre il rischio di iperplasia nel periodo della menopausa

Il punto più importante di prevenzione è una visita regolare al ginecologo. Ciò consente al tempo di identificare i cambiamenti iniziali nella struttura dell'endometrio e prendere misure razionali per la loro correzione. Il monitoraggio dello stato della struttura dell'utero e delle appendici viene effettuato mediante ultrasuoni. Inoltre, le donne in menopausa sono raccomandate:

  • mangiare bene mangiando cibi sani - frutta, verdura, cereali,
  • includere nella dieta pomodori, ananas, olio d'oliva e altri prodotti che riducono la probabilità di patologie tumorali,
  • limitare il consumo di prodotti lattiero-caseari (entro limiti ragionevoli) e bevande alla birra, poiché sono fonti di estrogeni,
  • ottimizzare lo stress fisico sul corpo - non sovraccaricare, rilassarsi, andare in piscina, praticare lo yoga, fare cose che andranno bene per il corpo e l'anima,
  • prima di prendere qualsiasi droga, compresi i rimedi a base di erbe, dovresti consultare uno specialista,
  • prestare attenzione al trattamento tempestivo delle patologie croniche.

Dopo aver letto il concetto di iperplasia endometriale, sapendo di cosa si tratta durante la menopausa, si può formarsi un'idea del pericolo di questa condizione e dell'importanza di una prevenzione tempestiva. La diagnosi precoce vi permetterà di scegliere il trattamento più favorevole, che è importante per mantenere l'equilibrio della salute di una donna durante la menopausa.

Ulteriori informazioni sulle idee moderne su questa patologia possono essere trovate nel video.

Cos'è la menopausa e quando si verifica

La menopausa è un periodo di 12 mesi dopo l'ultima scarica naturale periodica nelle donne, che si verifica tra i 45 ei 55 anni. È causato dall'esaurimento della riserva follicolare. Se la menopausa si verifica prima dei 40 anni, allora questo processo è chiamato sindrome da esaurimento ovarico. Alcune donne hanno una menopausa tardiva dopo 55 anni.

Ci sono casi in cui la pausa è causata da mezzi artificiali. In questo caso, la donna interrompe le mestruazioni a causa della rimozione chirurgica delle ovaie, della chemioterapia o dei farmaci.

Durante la menopausa, il corpo femminile cambia. Cambiamenti causati da una mancanza di ormoni, cambiamenti nel funzionamento delle ovaie. È in questo momento che aumenta il rischio di sviluppare molte patologie ginecologiche, come il cancro uterino, iperplasia dell'endometrio.

Informazioni generali sulla malattia

Il termine "iperplasia" dei medici implica la crescita dei tessuti. Sorge a causa della produzione di cellule in eccesso. L'endometrio è il rivestimento interno dell'utero. Fornisce al feto condizioni ottimali per il pieno sviluppo. Ogni ciclo mestruale varia lo spessore dell'endometrio. Lo strato più sottile è immediatamente dopo la fine delle mestruazioni. Durante l'ovulazione, l'endometrio si ispessisce fino a 8 mm sotto l'influenza dell'ormone estrogeno. Se il concepimento non si verifica, il livello degli ormoni diminuisce a causa della produzione di progesterone, le membrane mucose interne dell'organo sono esaurite, l'ovulo lascia il corpo - inizia il ciclo mestruale.

Durante la menopausa, gli ormoni sono disturbati. Sotto l'influenza di elevati livelli di estrogeni, l'endometrio aumenta di volume. A causa del ridotto livello di progesterone, questo processo non si ferma. Nella maggior parte dei casi, la crescita dell'endometrio è caratterizzata da premenopausa. Infatti, nonostante la presenza di una scarica mensile nel corpo di una donna, si verificano cambiamenti legati all'età, accompagnati da cambiamenti nel background ormonale.

Norme endometriali

Durante la menopausa, l'endometrio diventa più sottile. Il suo spessore varia tra 5 mm. È questo indicatore che i medici considerano normali. A volte la crescita dell'endometrio con la menopausa raggiunge 7-8 millimetri. Questo indicatore indica un possibile inizio del processo patologico, ma non è ancora classificato come iperplasia. Per alcuni pazienti, lo spessore del tessuto di 7-8 millimetri è la norma. Ma i medici raccomandano di sottoporsi periodicamente ad ultrasuoni (ogni 3-6 mesi) per esercitare un controllo dinamico sulla crescita dei tessuti.

Se lo spessore dell'endometrio raggiunge più di 8 mm, i ginecologi raccomandano che il paziente sia curettato. È necessario confermare lo sviluppo del processo patologico, studiare la struttura dei tessuti e prescrivere il trattamento.

Classificazione della malattia

Esistono diversi tipi di iperplasia endometriale. Differiscono nella direzione della crescita del tessuto:

  1. L'iperplasia ghiandolare dell'endometrio viene diagnosticata se lo strato del rivestimento interno dell'utero aumenta a causa della modifica delle ghiandole che si trovano in esso. L'aumento di volume avviene nella direzione dei muscoli dell'organo.
  2. Forma cistica Formazioni cistiche cominciano a formarsi nella cavità del rivestimento. Questo tipo di patologia è pericoloso, dal momento che le cellule prodotte da un eccesso di ormoni possono trasformarsi in maligne.
  3. Iperplasia basale. Durante la menopausa, questa forma della malattia viene raramente diagnosticata. Durante il suo sviluppo, si osserva un aumento dello spessore dello strato basale dell'utero.
  4. Forma focale Lo spessore della membrana aumenta in modo irregolare, formando crescite (polipi) sulle pareti dell'utero.
  5. Iperplasia atipica Con il culmine, questo tipo di patologia è raro. È il più pericoloso di tutti i tipi di manifestazioni della malattia, poiché si trasforma rapidamente in cancro dell'utero. Se la forma atipica di iperplasia endometriale è stata confermata, i medici rimuovono l'organo.

Molto spesso, la menopausa viene diagnosticata con una forma ghiandolare e cistica della malattia. Le ragioni principali per lo sviluppo di questi tipi di patologia è il fallimento ormonale.

Cause di iperplasia durante la menopausa

Ci sono diversi fattori che causano l'iperplasia endometriale in menopausa. Nella maggior parte dei casi, iniziano a formarsi prima dell'inizio della menopausa (in premenopausa).

  1. Fallimento ormonale. Questa è la causa più comune di patologia. Nelle donne dopo i 45 anni, c'è una diminuzione della produzione di progesterone e un aumento del livello di estrogeni. Такой дисбаланс провоцирует видоизменение оболочки матки.
  2. Нарушение обмена веществ. С возрастом у большинства женщин появляется проблема лишнего веса. Il tessuto grasso provoca la produzione di estrogeni, esacerbando così il fallimento ormonale, manifestato in menopausa.
  3. Malfunzionamento del sistema endocrino. Per questo motivo, l'iperplasia dell'endometrio è spesso osservata nelle donne in postmenopausa.
  4. Invasione frequente dell'utero (chirurgia ginecologica). A causa della frequente azione meccanica, i recettori della membrana non rispondono più ai livelli di progesterone. Più una donna abortista e curettista doveva sopportare, maggiore era la probabilità di sviluppo di GGE nel periodo climatico.
  5. Predisposizione alla patologia a livello genetico. I medici confermano che questa malattia è più spesso diagnosticata in pazienti i cui parenti hanno avuto lo stesso problema.

Inoltre, la crescita delle membrane mucose viene osservata sullo sfondo di fibromi e mastopatia. In alcuni casi, può essere provocata la patologia di un malfunzionamento del sistema immunitario.

I sintomi dell'iperplasia dell'endometrio postmenopausale si manifestano singolarmente. Il sintomo principale di un processo patologico iperplastico è la scarica sanguinolenta. Ma non sono osservati in tutti i pazienti. A volte l'ispessimento del guscio avviene senza scarico. Altre manifestazioni della malattia includono:

  1. Mestruazioni molto dolorose. In questo caso, il dolore è spastico.
  2. Ciclo mestruale irregolare. A volte la macchia compare due volte al mese.
  3. Periodi abbondanti e prolungati (10-14 giorni).

A volte i sintomi dell'iperplasia endometriale dell'utero sono accompagnati da malessere generale, insonnia, emicrania, diminuzione delle prestazioni, irritabilità. Una donna sente sete intensa.

Come diagnosticare

Nella maggior parte dei casi, un ginecologo diagnostica una sospetta iperplasia endometriale, a cui una donna lamenta una mestruazione dolorosa o irregolare. Esistono diversi metodi per diagnosticare la malattia:

  1. Stati Uniti. Se durante questo studio diagnostico si scopre che lo spessore dello strato endometriale è 7-8 mm, il ginecologo prescriverà un ulteriore esame.
  2. Isteroscopia. Durante la procedura, il medico esegue un'ispezione visiva della cavità uterina utilizzando un'apparecchiatura endoscopica. L'esame viene eseguito in anestesia generale. Nella maggior parte dei casi, una biopsia tissutale viene eseguita contemporaneamente all'esame della membrana.
  3. Curettage (curettage diagnostico dell'endometrio). La procedura è prescritta in questi casi se lo spessore dei tessuti in crescita supera gli 8 mm. La raschiatura viene eseguita per studiare ulteriormente l'endometrio ed eliminare la comparsa di cellule tumorali.

Se l'ispessimento supera i 10 mm, i ginecologi consigliano di sottoporsi a una procedura di raschiamento separata, seguita dall'irradiazione della cavità d'organo con fosforo radioattivo. Il reagente viene iniettato nella vena del paziente, migra attraverso il corpo e si accumula nelle aree patogene della membrana. Il medico per l'esame istologico prende materiale biologico da queste aree.

Come trattare la malattia durante la menopausa

Se la diagnosi di iperplasia endometriale in menopausa è confermata, il trattamento inizia immediatamente. Dopo tutto, questa è la patologia dell'endometrio, durante lo sviluppo di cui esiste un'alta probabilità di degenerazione delle cellule in formazioni oncologiche maligne. A seconda della fase della malattia, i medici usano uno dei metodi di terapia.

Terapia aggiuntiva con rimedi popolari

La maggior parte dei pazienti non ha fretta di ricorrere al trattamento tradizionale della patologia, preferendo utilizzare le ricette della medicina tradizionale. I ginecologi consigliano di non considerare le erbe come la terapia principale, ma di usarle in combinazione con medicinali. Le ricette più comuni della medicina tradizionale, dimostrate efficaci nel trattamento dell'HPE, sono:

  1. Succo fresco dalla radice di bardana e baffi d'oro. Questi liquidi sono mescolati in proporzioni uguali e presi due volte al giorno, 1 cucchiaio. Uno svantaggio significativo di questa ricetta è la possibilità di terapia solo nella stagione calda.
  2. Tintura alcolica di ortica (preparata autonomamente). 200 gr. Materie prime medicinali (foglie fresche e germogli) versare 500 ml. alcool (forte chiaro di luna). Mantenuto per tre settimane in un luogo caldo e buio, a volte scuotendo un contenitore di liquido. Pronto filtro per infusione e prendere 1 cucchiaino due volte al giorno.

Il trattamento dei rimedi popolari dovrebbe essere accompagnato da un esame regolare da parte di un medico. Ciò fornirà l'opportunità di monitorare le dinamiche della malattia.

La malattia stessa attraversa la menopausa?

Anche se la malattia non è accompagnata da sintomi pronunciati e è stata diagnosticata per caso, da sola non può passare. Cambiamenti patologici che si verificano nel corpo femminile, senza farmaci ormonali non saranno in grado di tornare alla normalità. A volte le donne credono che se la menopausa passa, gli ormoni si normalizzano e lo strato endometriale diventa più sottile. Questo non è altro che un'illusione. Prima viene iniziato il trattamento della malattia, maggiori sono le possibilità di recupero.

La ricaduta è possibile con la menopausa?

Aumenta la possibilità di recidiva dell'iperplasia endometriale durante la menopausa. A seconda del tipo di trattamento scelto dal medico, dopo il quale è proseguita la crescita dei tessuti, vengono determinate ulteriori azioni:

  1. Se la malattia si ripresenta dopo la terapia farmacologica e lo spessore dello strato aumenta di oltre 8 mm, si raccomanda di sottoporsi a una procedura di raschiamento.
  2. Se dopo il raschiamento si ripete la situazione, viene eseguita la completa rimozione dell'utero.

La percentuale di casi ricorrenti di patologia con trattamento inizialmente ben scelto è bassa. Per prevenire la possibilità di recidiva, il paziente deve sottoporsi costantemente a un esame di follow-up.

Qual è il pericolo

La crescita dell'endometrio della menopausa è molto pericolosa per una donna. È una malattia insidiosa che tende a ricadere e degenerare in formazioni oncologiche. Anche dopo la cessazione della dimissione mensile, l'iperplasia delle membrane uterine è pericolosa per almeno i menu in premenopausa. Pertanto, le donne nei 12 mesi successivi alla fine dell'ultima mestruazione devono sottoporsi a un esame ginecologico di routine e ad ultrasuoni.

Mi è stato diagnosticato un PCE diversi anni fa. Ricevimento nominato "Diferelin". Su Internet ho letto recensioni contraddittorie su questo farmaco, ma ho comunque iniziato a bere. Lo spessore endometriale non aumenta. E piace. C'è speranza di evitare di raschiare.

Oh, sei stato fortunato Mi è stato assegnato sia "Danazol" che "Zoladex" - tutto si è rivelato essere infruttuoso. Dovevo accordarmi per raschiare. La procedura non è la più piacevole, devo dire. Ora prendo le pillole per evitare le ricadute.

E ci sono casi in cui l'endometrio stesso è tornato alla normalità, senza trattamento? Mi sto solo chiedendo, ho già passato 2 pulizie. Un amico è stato trattato solo con le erbe, quindi è entrata nel tumore ...

Penso che se vai da un dottore in tempo e bevi pillole, puoi fare senza pulire. Almeno, ho finora. Osservato costantemente, passare gli ultrasuoni. C'è speranza che tutto tornerà alla normalità dopo la menopausa. Ma non da solo, naturalmente, continuo a prendere medicine.

Pin
Send
Share
Send
Send