Vitale

Perché ci sono sanguinamento mestruale?

Pin
Send
Share
Send
Send


La menopausa (menopausa) si verifica nelle donne dopo 40 anni. La sua insorgenza è associata ai processi naturali della fine della funzionalità sessuale (la possibilità di procreare) ed è determinata dal completamento del ciclo mestruale. La menopausa si sviluppa gradualmente, i cambiamenti nel corpo femminile, associati con l'estinzione della produttività ovarica e cambiamenti ormonali, si verificano per diversi anni, passando attraverso le fasi:

  • permenopausa, che dura da 2 a 5 anni, con violazioni caratteristiche della secrezione mestruale ciclica,
  • menopausa, con la cessazione delle mestruazioni,
  • postmenopausa, con una completa mancanza di sanguinamento durante l'anno.

Qualsiasi sanguinamento dopo la menopausa indica processi patologici nel corpo, compreso il cancro. Al fine di eliminare il fattore di rischio, le donne non dovrebbero perdere l'esame preventivo annuale del ginecologo e al primo segno di sanguinamento dovrebbe consultare uno specialista.

Cause di emorragia post-menopausa

Lo stato di salute di molte donne in menopausa peggiora, ci sono salti di pressione, attacchi di calore e sudorazione, sbalzi d'umore. Guai di sangue possono essere aggiunti a tutti i problemi. Il risultato di cambiamenti che si verificano nel corpo femminile è la completa assenza di perdita di sangue, la presenza anche di piccole strisce di sangue nelle secrezioni mucose dopo la menopausa dovrebbe causare ansietà alla donna e costituire la base per la ricerca di cure mediche. Le cause dell'emorragia post-menopausa possono essere molto diverse, ma richiedono sempre un controllo medico.

Ragioni principali

Il fattore principale che provoca lo sviluppo di sanguinamento durante la menopausa, è un cambiamento naturale nel background ormonale di una donna associata all'età. La rara maturazione dell'uovo porta a un'eccessiva proliferazione e atrofia dell'endometrio (rivestimento uterino), che causa una significativa perdita di sangue. Inoltre, le principali cause di perdita di sangue sono associate:

  • utilizzando la contraccezione orale e il dispositivo intrauterino, nella permenopausa e nella menopausa,
  • con l'uso di droghe,
  • con esacerbazione delle malattie croniche che progrediscono durante la menopausa.

Queste ragioni non sono un'anomalia, ma in qualsiasi periodo della menopausa può svilupparsi una malattia con sintomi di sanguinamento uterino.

Patologie (malattie) che causano la comparsa di sangue

Malattie femminili del sistema riproduttivo e altre patologie del corpo, che influenzano la funzionalità degli organi genitali, possono anche provocare sanguinamento post-menopausa. Le malattie patologiche che causano la comparsa di sangue includono:

  • sviluppo di tumori benigni nei muscoli uterini - fibromi. Lo sviluppo della malattia contribuisce allo squilibrio ormonale. I fibromi possono essere presenti nel corpo senza sintomi evidenti e improvvisamente si manifestano con forti emorragie. Una crescita attiva di una neoplasia si verifica durante lo sviluppo di una cessazione stabile delle mestruazioni (menopausa), il tumore può scomparire dopo la postmenopausa,
  • l'aspetto sulla mucosa delle escrescenze benigne - polipi endometriali. Sono formati da cellule della mucosa uterina allargata e hanno una "gamba" penetrata dai vasi sanguigni. L'infortunio più leggero causa sanguinamento. Spesso c'è il rischio di degenerazione delle cellule polipo nei tumori,
  • la crescita della mucosa attraverso le pareti uterine - endometriosi, fino alla sconfitta della vagina, delle ovaie, degli intestini e di altri organi vicini. Questa malattia è caratterizzata da sanguinamento improvviso con dolori sensibili. Lo stadio avanzato dell'endometriosi è pieno di degenerazione del tessuto maligno,
  • crescita eccessiva della mucosa con l'uscita oltre il pene - un iperimpianto endometriale, causato anche da uno sfondo ormonale instabile.

Peculiarità delle secrezioni dopo la menopausa

Una caratteristica delle secrezioni femminili sono le funzioni di protezione contro l'infezione e la lubrificazione del tessuto muscolare della vagina. La composizione delle secrezioni comprende i compartimenti cellulari dell'epitelio, fluido mucoso contenente una certa flora batterica. Lo scarico normale ha un odore acre. Nel periodo del clima, la loro componente, l'abbondanza e la frequenza cambiano. Le caratteristiche della scarica dopo la menopausa sono suddivise in base a caratteristiche esterne:

  • presenza di vene sanguinanti,
  • formazioni mucose tinte gialle
  • Struttura "di formaggio"
  • la presenza di "crema" purulenta nello scarico.

Spesso ci sono strisci di sangue abbastanza spessi, simili al normale ciclo delle mestruazioni e hanno un odore sgradevole specifico. Questo tipo di scarico è considerato il più pericoloso e può essere un segno di oncologia.

Metodi per diagnosticare le cause in ospedale

Qualsiasi sanguinamento climatico è una ragione obbligatoria per contattare il centro ginecologico. Il medico eseguirà un esame visivo degli organi genitali (cervice, organi periferici) per fornire una valutazione primaria della possibile causa del sanguinamento. Quindi, nominare ulteriori metodi per diagnosticare le cause in ospedale, compresa la condotta di:

  • esami del sangue - generali, biochimici, coagulazione,
  • studi di selezione dell'epitelio uterino e striscio cervicale per oncologia,
  • analisi del sangue per il rilevamento ormonale,
  • studi della cavità uterina (ultrasuoni) con un sensore vaginale,
  • procedure speciali - isterosalpingografia, isteroscopia e risonanza magnetica.

Diagnosticare le patologie del sanguinamento femminile include una gamma molto ampia di esami, perché la gamma delle possibili cause è estremamente ampia. Fondamentalmente, il dottore, quando fa una diagnosi, dopo aver studiato la ricerca, rimuove tutte le ragioni non realistiche.

Cosa fare e come trattare il sanguinamento dopo la menopausa

Dopo la diagnosi, il medico prescrive un trattamento appropriato, che si verifica con l'uso di:

  • farmaci
  • farmaci ormonali
  • intervento chirurgico

I principali farmaci nel trattamento del sanguinamento della menopausa sono farmaci con proprietà emostatiche. Anche prima della fine degli studi clinici, il medico può prescrivere "Calcio gluconato", "Acido aminocaproico", "Etizimizat" e "Vikasola", che hanno proprietà di impermeabilizzazione delle pareti vascolari, riducendo la loro permeabilità. Spesso prescritto un corso di "ditsinona" in pillole e iniezioni. La somministrazione intramuscolare del farmaco dà un effetto in 1-2 ore, l'iniezione endovenosa fornisce un risultato positivo entro 15 o 20 minuti.

Dei farmaci ormonali prescritti "ossitocina", che ha azione uterotonica. Per la profilassi terapeutica, si raccomanda l'uso della terapia ormonale sostitutiva, che consente di correggere la carenza di estrogeni. Assumere le pillole richiede una stretta osservanza, le violazioni nell'applicazione possono causare nuove emorragie.

I risultati degli studi di laboratorio possono dare origine all'intervento chirurgico, ad esempio la rimozione:

  • strato endometriale incolto
  • polipi sanguinanti
  • sito del mioma nasale.

In caso di segni di cancro con danno alle ovaie, vengono nominati ulteriori test per identificare la negligenza del cancro e identificare le lesioni secondarie. In questo caso, l'intervento chirurgico è nominato rigorosamente individualmente.

Con un sanguinamento moderato che non porta a cambiamenti significativi nel benessere, molte donne pensano: cosa fare e come trattare il sanguinamento dopo la menopausa a casa? Applicando le ricette della medicina tradizionale, si dovrebbe tener conto del fatto che in questa situazione possono avere un effetto positivo sulle manifestazioni investigative, ma in nessun modo contribuirà ad eliminare la causa alla radice della malattia.

Individuazione con cause della menopausa

Il sanguinamento nella fase iniziale della menopausa è abbastanza normale. Tuttavia, se hai un sanguinamento dopo la menopausa, vale la pena visitare il dottore, forse la causa della selezione sono altre malattie. Per le donne, il periodo dopo la menopausa può essere considerato un periodo di un anno dopo la fine del ciclo mestruale.

La causa di sanguinamento o sanguinamento dopo la menopausa è spesso una diminuzione del livello di estrogeni o la sua sostituzione con qualsiasi farmaco. È importante visitare un dottore se noti avvilimento dopo la menopausa. Questo potrebbe indicare un tumore maligno. Questo articolo descriverà le principali cause possibili di sanguinamento postmenopausale. Sottolineo, se noti la selezione, assicurati di consultare uno specialista. Non è necessario premere fino a quando il medico viene da te, è meglio andare da lui.

Durante la menopausa e dopo la fine, la produzione di estrogeni (ormone sessuale femminile) diminuisce drasticamente e per questo motivo le ovaie interrompono la produzione di uova e le mestruazioni della donna scompaiono. Ridurre il livello di estrogeni nel corpo porta al rilassamento delle pareti dell'utero, causando atrofia. Anche i vasi sanguigni presenti nelle pareti dell'utero diventano molto deboli e spesso lacrimogeni, con conseguente comparsa di macchie rosse e marroni durante le varie fasi della menopausa.

Lo spotting dopo la menopausa può anche essere associato a secchezza vaginale, che può portare a atrofia vaginale. L'atrofia vaginale è un'infiammazione della vagina, causata da una diminuzione della lubrificazione e dal restringimento dei tessuti dello strato vaginale. Questa condizione può portare alla distruzione del rivestimento vaginale, causando sanguinamento o sanguinamento. Durante il rapporto sessuale, può anche portare a sanguinamento, insieme a prurito e dolore bruciante, nonostante la secchezza generale della vagina.

problemi femminili Emorragia ematica dopo la menopausa Un rapido aumento del numero di cellule uterine, chiamato iperplasia, può anche causare emorragie dopo la menopausa. Il diverso colore di scarico durante il sanguinamento dopo la menopausa può indicare un tumore maligno, quindi è necessario consultare un medico se si nota sanguinamento dopo la menopausa. Il medico si rivolgerà a un oncologo per un esame completo del cancro dell'utero chiamato carcinoma endometriale.

Un'altra causa di sanguinamento postmenopausale può essere la formazione di fibromi e polipi nella cavità postmenopausale dell'utero. Lo scarico può essere accompagnato da dolore nell'addome inferiore o nella vagina. I fibromi possono causare sanguinamento più grave dopo la menopausa rispetto ai polipi.

Effetti collaterali dei farmaci

Per alleviare i sintomi della menopausa, le donne spesso usano la terapia ormonale sostitutiva (HRT). Questa terapia apporta il sollievo necessario ai sintomi della menopausa, come sudorazioni notturne, vampate di calore e aumento di peso, ma provoca un eccessivo accumulo di mucosa uterina sostituendo gli estrogeni con un altro ormone, con conseguente sanguinamento uterino dopo la menopausa.

Se il sanguinamento vaginale dopo la menopausa è accompagnato da dolore o pressione sui muscoli del pavimento pelvico, feci anormali o perdite di sangue dalla vagina, ne parli al più presto al medico. __

Post creato con il supporto di minoxidils.ru. dove è possibile acquistare farmaci per il trattamento dei capelli a prezzi interessanti.

Scarica della menopausa

Quale potrebbe essere la causa delle perdite di sangue vaginale? Si fa notare che i polipi uterini spesso compaiono in donne di età superiore ai 40-45 anni, e la ragione di ciò può essere i cambiamenti ormonali che si verificano nel corpo durante la menopausa.

Ulteriori informazioni nell'articolo Vita sessuale e menopausa. I principali metodi di trattamento del cancro sono la chirurgia, il trattamento farmacologico (chemioterapia) e la radioterapia.

La menopausa non si verifica istantaneamente: i primi sintomi della menopausa possono comparire diversi anni prima della completa cessazione delle mestruazioni.

Individuazione dopo la menopausa

Se il tampone assorbe il sanguinamento, la fonte del sanguinamento è la vagina, la cervice o l'utero e devi consultare un ginecologo.

Durante la menopausa, gli ormoni femminili non producono più ormoni sessuali, il che porta a cambiamenti nella mucosa vaginale, che diventa più sottile. Il diradamento della mucosa della vagina (atrofia) porta al fatto che anche un piccolo danno ad esso causa una scarica sanguinolenta di vari gradi di profusione.

Cause di sanguinamento

Per la secchezza vaginale grave, il tuo ginecologo può raccomandare l'uso di supposte vaginali contenenti estrogeni.

Se, oltre alla secchezza della vagina, hai altri sintomi della menopausa (forti vampate di calore, sudorazione notturna, ecc.), Il tuo ginecologo può prescrivere la terapia ormonale sostitutiva.

Oltre al sanguinamento, possono esserci anche uno scarico bianco, giallo o verde, un odore sgradevole nella zona intima, prurito, disagio e una sensazione di secchezza nella vagina. Il polipo uterino della cervice è una crescita eccessiva della membrana mucosa, che ha l'aspetto di una protrusione e può essere facilmente danneggiata, causando la comparsa di una scarica sanguinolenta.

La maggior parte dei polipi uterini è di natura benigna, ma a volte possono contenere cellule tumorali o cellule che possono rinascere come cancro.

La rimozione del polipo può essere effettuata durante il curettage dell'utero o durante l'isteroscopia.

Come possono andare le mestruazioni durante la menopausa?

Elena, lo stress può causare un fallimento del ciclo mestruale. Se la scarica dura più di 7 giorni consecutivi, contatta il tuo ginecologo. Ciao, Irina! Molto probabilmente, si tratta di sanguinamento uterino disfunzionale, che spesso si verifica nelle donne nel periodo che precede l'inizio della menopausa.

Benvenuto! La potenziale minaccia non è una perdita vaginale, ma la ragione per causarla.

Se la durata del mese supera i 7 giorni o lo scarico diventa abbondante, devi presentarti dal ginecologo.

Quando il sanguinamento uterino può mostrare il curettage delle pareti dell'utero con lo studio del raschiamento per la nomina della terapia correttiva. Ciao Mia nonna ha 91 anni. Circa un anno fa, cominciò la secrezione vaginale verde scuro. Il dottore ha detto che questo succede a questa età, ma non ha prescritto nulla dai farmaci.

Cambiamento delle mestruazioni durante la menopausa

Benvenuto! La comparsa di sanguinamento dalla vagina in una donna dell'età di tua madre, che è stata in donne in postmenopausa per 8 anni, è un sintomo che richiede l'intervento di uno specialista.

Ci sono cause di scarica, che sono il risultato della fisiologia femminile.

L'unguento è una piccola quantità di perdite vaginali macchiate di sangue. A volte appare nel mezzo del ciclo, a volte precede il periodo delle mestruazioni, prolungandolo. Assicurati di informare il ginecologo dell'emorragia per dissipare tutti i dubbi e le paure.

Pertanto, non dovresti mai sottovalutare l'emorragia, se hai già la menopausa. Per rispondere a questa domanda, è necessario capire cosa intendiamo quando parliamo di climax.

Come la menopausa è associata a sanguinamento

Con l'avvento della vecchiaia, una donna inizia un periodo speciale, che è meglio conosciuto come la menopausa. E alcuni hanno un problema come l'apparizione di macchie di sangue rosse (o brunastre) su carta igienica o biancheria intima dopo la menopausa. La maggior parte alla vista di questo si precipita a chiedere aiuto al ginecologo, per scoprire cosa sia veramente.

Medico con un paziente sulla menopausa

E per capire le cause dell'emorragia, devi capire cos'è la menopausa. Il climax è il periodo in cui le ghiandole sessuali femminili cambiano con l'arrivo della vecchiaia. E, naturalmente, la menopausa non arriva all'istante. Questo processo avviene a tappe, dopo una transizione verso un altro periodo di età, e questo è causato da un cambiamento nel ciclo mestruale. Diventa o più attivo, o viceversa (il più delle volte durante la menopausa). O come succede più spesso, invece delle mestruazioni, la macchia rossa esce dalla vagina. Tale fenomeno in ginecologia è anche chiamato perimenopausa, che non è pericoloso per la salute, in quanto è causato dall'invecchiamento delle ovaie, e questo è un processo naturale durante la menopausa. Ma ci sono anche situazioni in cui il periodo di menopausa è già finito e non ci sono stati periodi mestruali per 12 mesi, ma il sanguinamento in seguito si manifesta. Quindi l'esame in clinica è necessario, dal momento che tali fenomeni spesso indicano malattie o infezioni.

È un fenomeno serio?

Inoltre, se tutti i processi escretori accompagnati da segni di sangue si verificano durante la menopausa, allora non hanno paura di questo. Questa è solo una conseguenza di una piccola deviazione dai soliti ritmi.

In questo caso, devi solo usare il consiglio di uno specialista e poi, se necessario, sottoporsi a un breve corso di recupero della droga durante la menopausa.Ma se il sanguinamento durante la menopausa è molto abbondante e frequente, si dovrebbe consultare uno specialista, poiché questo potrebbe essere il primo segno di malattie gravi come il cancro del collo dell'utero o il cancro dell'utero, ecc. Malattie gravi.

Determinare il luogo di selezione

Ma ancora il punto più importante è la corretta determinazione del luogo da cui viene emesso lo scarico insanguinato. Il motivo potrebbe essere non solo la vagina, ma anche il retto o l'urinario.

Naturalmente, le ragioni di questo sanguinamento sono completamente diverse. È possibile determinare la fonte di macchie di sangue sia in modo indipendente che con l'aiuto di uno specialista. Per determinare da soli, è sufficiente utilizzare un tampone convenzionale, inserirlo nella vagina.

Dopo di che, dopo un po ', toglilo e controlla le macchie. In caso contrario, si dovrebbe controllare l'ano o passare l'urina per l'analisi per la presenza di tracce di sangue nascoste. Pertanto, alla prima comparsa di macchie di sangue nella biancheria intima, è necessario consultare in autonomia un ginecologo, poiché il risultato esatto può essere determinato solo in clinica. E puoi controllare anche durante il ciclo mensile. Dopotutto, se le cause della dimissione sono gravi, l'attesa può solo aggravare la situazione.

Ragioni ovvie

Non c'è bisogno di avere paura del sanguinamento prima o durante la menopausa, ma dopo tali fenomeni non standard possono essere segnali di gravi malattie. Vale a dire, malattie come:

  • Infiammazione della vagina o vaginite, tale malattia può verificarsi a qualsiasi età, a causa di una vita personale molto frenetica. Vale a dire, a causa di infezioni trasmesse sessualmente che possono essere trasmesse durante i rapporti sessuali. Non possono causare non solo l'infiammazione della vagina, ma anche la cervice, che può in seguito causare il cancro.
  • Il cancro vaginale è la malattia più comune con sintomi come il sanguinamento dalla vagina. Ma per lo più si verifica nelle donne dopo i 60 anni e procede all'inizio senza sintomi visibili. Ma più tardi può causare uno scarico sanguinolento brunastro.

Queste non sono le malattie più comuni, ma sono le più gravi e richiedono cure mediche immediate.

conclusione

In conclusione, voglio dire che quando sono visibili macchie di sangue sulla biancheria intima o altrove, non c'è bisogno di andare nel panico, perché non ci sono ragioni visibili per questo. Devi solo chiedere l'aiuto di un professionista che ti aiuterà a stabilire la diagnosi corretta e successivamente a curare tutti i mali.

L'automedicazione o un lungo rifiuto dell'ispezione possono solo aggravare la situazione.

Spotting durante la menopausa: cause, diagnosi

La menopausa è lo stadio finale del periodo riproduttivo delle donne, con il suo inizio del ciclo mestruale, le cellule germinali non maturano più e la gravidanza non può verificarsi. Spotting durante la menopausa, le cui cause non sono familiari a molti, non sono la norma fisiologica. Sorgono a causa di vari disturbi nel corpo. Perché i bleedings avvengono dopo la menopausa e quando dovrei vedere un medico?

Qual è il climax?

Prima di scoprire perché c'è una perdita di sangue dopo la menopausa, vale la pena capire perché non dovrebbero essere in questo periodo della vita di una donna. Climax è diviso in tre fasi:

  1. Premenopausa.
  2. Menopausa.
  3. Postmenopausa.

Nella premenopausa, il lavoro del sistema endocrino e riproduttivo inizia a essere riorganizzato, la produzione di ormoni sessuali diminuisce. Per questo motivo, le donne spesso sperimentano "vampate di calore" spiacevoli, la loro libido e appetito sono ridotte. Sullo sfondo di una carenza di sostanze attive, lo sviluppo dei follicoli con le uova viene rallentato, pertanto le mestruazioni diventano rare e scarse.

La menopausa è un "tratto" temporaneo, che va oltre il quale il corpo femminile termina la perestroika. Nelle ovaie, lo sviluppo delle cellule germinali si ferma e la produzione di estrogeni e progesterone diminuisce significativamente, le mestruazioni si concludono.

La postmenopausa è il periodo della vita dalla menopausa alla morte, durante il quale una donna non può più essere fertile, cioè incapace di partorire un bambino.

Perché il sanguinamento non dovrebbe essere

Il sanguinamento nelle donne durante la pubertà si verifica quando la fecondazione delle uova non si è verificata, le ovaie secernono una grande dose di estrogeni, che aiuta a separare l'endometrio addensato e rimuoverlo dal corpo insieme al gamete. Quando lo strato mucoso viene espulso, l'integrità dei piccoli vasi viene disturbata e quindi il sangue viene rilasciato.

L'emorragia postmenopausale non dovrebbe apparire, perché nel corpo non si matura più l'ovulo e l'ispessimento dell'endometrio dell'utero a causa della mancanza di estrogeni, LH e FSH, rispettivamente, nulla da rimuovere e rimuovere, danneggiando le navi.

Cause di sanguinamento in menopausa

Spotting durante la menopausa hanno diverse cause associate a cambiamenti patologici nel corpo:

  • uso scorretto di farmaci ormonali,
  • malattie infettive del sistema riproduttivo,
  • la comparsa di tumori negli organi riproduttivi,
  • lesione della mucosa.

L'uso irrazionale di farmaci ormonali si dice quando una donna manifesta spiacevoli manifestazioni di menopausa (sudorazione, vampate di calore, sbalzi di pressione, ecc.) E allo stesso tempo inizia a usare farmaci che promettono di appianare tali sintomi. Questi medicinali contengono dosi di estrogeni e progesterone, che contribuiranno a mantenere un livello normale di queste sostanze nel sangue, in modo che le manifestazioni della menopausa non siano intense.

Tuttavia, i farmaci ormonali devono essere assunti con un chiaro calcolo del dosaggio, che molte donne non fanno, e quindi soffrono delle conseguenze dell'uso improprio dei farmaci: sanguinamento, perdita di capelli e aumento di peso.

Spotting durante la menopausa può anche essere un sintomo luminoso di malattie infettive del sistema riproduttivo:

I batteri che hanno causato l'infezione iniziano a moltiplicarsi nei genitali della donna, mentre distruggono le membrane mucose e possono disturbare l'integrità dei vasi sanguigni. In questo contesto compaiono scariche sanguigne, febbre, dolore addominale e altri sintomi.

Lo sviluppo di neoplasie durante la menopausa può essere un'altra causa di sanguinamento.

I tumori sono o benigni (fibromi e polipi dell'utero) o maligni, ma in ogni caso aumentano di dimensioni e danneggiano l'endometrio, le tube di Falloppio o le ovaie. Quando le neoplasie raggiungono dimensioni sufficientemente grandi, iniziano a danneggiare le cellule e i vasi sanguigni circostanti, mentre i tumori maligni formano una rete capillare addizionale attorno a loro, che viene regolarmente distrutta.

Lesioni alle mucose possono verificarsi con danni ai genitali o intensi rapporti sessuali. Durante la menopausa a causa della mancanza di ormoni, lo spessore delle mucose nei genitali è significativamente ridotto, quindi sono facili da danneggiare e causare sanguinamento.

Causa fisiologica di sanguinamento

Sopra, sono state considerate le cause patologiche del sanguinamento postmenopausale, ma c'è un fattore fisiologico in grado di provocare spotting durante questo periodo - questo è il diradamento dell'endometrio.

A causa di una diminuzione dei livelli di estrogeni e progesterone nella premenopausa, lo strato mucoso uterino inizia a diminuire, mentre il suo surplus viene rimosso periodicamente dal corpo, quindi all'inizio del periodo climaterico una donna può osservare una scia di sangue povera su pastiglie giornaliere. Nel corso del tempo, l'endometrio diventerà più sottile e non crescerà più, quindi il sangue non si distingue più.

Diagnosi di sanguinamento

Se una donna ha una menopausa durante la menopausa, quando le mestruazioni principali si sono fermate, vi è un'emorragia, è necessario contattare un ginecologo e sottoporsi a un esame diagnostico:

  • ispezione iniziale
  • colposcopia,
  • esame del sangue per gli ormoni
  • biochimica del sangue
  • test per marker tumorali (per rilevare metastasi di tumori maligni),
  • fare un'ecografia degli organi pelvici,
  • passare una biopsia ed un istogramma endometriale,
  • fai una risonanza magnetica al cervello.

La risonanza magnetica è raramente richiesta, solo se i test precedenti hanno fallito. Questo studio potrebbe rivelare disturbi funzionali della ghiandola pituitaria.

Esame primario e colposcopia visualizzano lesioni delle mucose, così come tumori sulla cervice o genitali esterni. Con l'aiuto della biochimica e dell'analisi ormonale del sangue, è possibile monitorare il lavoro degli organi endocrini e rilevare alcune malattie che possono causare sanguinamento (ad esempio, scarsa coagulazione del sangue o mancanza di vitamine C e K). Oncomarker, ultrasuoni, risonanza magnetica e biopsia endometriale aiuteranno a rilevare i tumori nei tessuti del sistema riproduttivo e di altri organi.

Il trattamento del sanguinamento durante la menopausa dipende dalla causa del loro verificarsi. Se una donna li ha indotti a prendere i farmaci ormonali in modo errato, il medico prescriverà altri farmaci con ormoni che normalizzano il contenuto di sostanze attive nel sangue. In caso di malattie infettive del tratto genitale, è necessario sottoporsi a una terapia complessa con antibiotici e prebiotici per espellere i batteri dal corpo e ripristinare la normale composizione della microflora.

Se una donna ha danneggiato lo strato mucoso dell'utero, mentre l'emorragia non è abbondante, allora puoi bere una bevanda di ortica per 7-10 giorni. Addenserà il sangue, quindi lo scarico diventerà meno intenso, indolore e non duraturo.

La cosa più difficile è con le neoplasie, poiché senza un'operazione è impossibile sbarazzarsene, quindi, se durante l'esame viene rilevato un tumore benigno o maligno, la donna dovrà sottoporsi a ulteriori diagnosi e rimuoverle dal chirurgo.

Il sanguinamento durante la menopausa è un sintomo di anomalie patologiche in salute, pertanto, dopo averli scoperti, è necessario consultare un ginecologo per tempo, sottoporsi a diagnosi e trattamento. Per evitare il sanguinamento, è importante monitorare la propria salute, non prendere gli ormoni da soli e non dimenticare le visite regolari al ginecologo, perché dopo la menopausa una donna dovrebbe ancora controllare lo stato del proprio sistema riproduttivo. Con l'età aumenta il rischio di neoplasie e lesioni alle mucose.

Perché il sanguinamento postmenopausale non dovrebbe essere

Il sangue nel muco dal tratto genitale femminile in età riproduttiva ha un'origine naturale durante le mestruazioni. La separazione dello strato funzionale dell'endometrio avviene con il danneggiamento dei suoi vasi, da cui scorre.

Un anno o più dopo la mestruazione finale, questa atrofia d'organo, diventa più piccola. La divisione nello strato principale e funzionale in esso non esiste più. L'endometrio è sottile, piatto.

Non ci sono altre circostanze che influenzano il suo sviluppo ciclico - gli ormoni sessuali. In realtà, questo è il segno principale e la menopausa colpevole. E quindi, le capacità segrete degli organi riproduttivi interni sono in linea di principio ridotte. Ciò significa che la dimissione in post menopausa, se ci sono, quindi in una quantità molto piccola. Un segno di secchezza delle mucose del perineo e della vagina, che è scomodo, ma è la norma.

Tuttavia, il disagio può e deve essere combattuto, esistono mezzi appropriati per idratare e ripristinare. Ma per tutte queste ragioni, scarico dal sangue, tanto più abbondante non dovrebbe essere. Sì, e spalmare, e quelli in cui il muco è più grande dei globuli rossi, dovrebbero essere studiati.

Dove la selezione

È impossibile determinare la fonte di scarico solo con le macchie sul lino o sul "quotidiano". Può essere rimosso dal retto, dall'uretra e non dalla vagina. Questo è anche probabile, dal momento che una diminuzione dell'attività ormonale provoca non solo problemi ginecologici.

Vale la pena sapere che la cervice durante la menopausa produce ancora muco, sebbene in un volume più piccolo. E la scarica gialla dalle donne in postmenopausa o chiara, bianca, senza un odore sgradevole e che non causa disagio è ancora la norma.

prendere ormoni

Devono sempre essere trattate gravi manifestazioni della menopausa, per le quali gli ormoni sono prescritti da uno specialista. Ma richiedono una selezione precisa del dosaggio. Nonostante la somiglianza dei componenti dei farmaci ormonali, la stessa medicina a volte causa reazioni diverse. Inoltre, alcune donne sono fiduciose di essere in grado di nominare autonomamente la terapia ormonale.

Il risultato del fatto che il rimedio è scelto in modo errato può essere una sovrasaturazione del corpo con estrogeni. Stimola un eccessivo aumento della funzione ovarica e la crescita dell'endometrio, che si manifesta con sanguinamento o spotting. Lo scarico bruno nelle donne in postmenopausa può significare che il muco si è ossidato, poiché il canale cervicale nell'utero è già diminuito di dimensioni in questo periodo e non vengono rilasciati rapidamente.

In tali circostanze, è necessario andare dal medico per aiutarlo a correggere l'equilibrio ormonale. Un farmaco per HRT dovrà prenderne un altro.

Lesione della mucosa

A volte la fonte delle secrezioni può essere trovata semplicemente e senza un tampone, per esempio, se un po 'di sangue viene lavato via, il periodo postmenopausale è talvolta segnato da un fenomeno simile. Indica un danno meccanico alla mucosa nell'area intima. Con l'attenuazione della produzione di ormoni sessuali, diventa più sottile e più debole.

Anche la funzione secretoria degli organi riproduttivi è ridotta, quindi è molto facile farsi male quando si eseguono procedure igieniche. Infatti, nonostante i processi atrofici, le navi sono presenti nella busta. Solo le loro pareti sono rese fragili, possono crollare quando vengono lavate a fondo e in contatto con un asciugamano.

L'esposizione al contatto nel periodo postmenopausale è possibile dopo un esame ginecologico o sessuale. La ragione di questo è lo stesso assottigliamento della membrana mucosa dell'area intima. E anche se la ragione per la loro comparsa è naturale, deve essere eliminata, in quanto può portare a indisposizione.

In questo periodo, l'erosione è più spesso traumatica o a causa di un disturbo trofico dovuto al prolasso dei genitali. Spotting dopo la menopausa durante il sesso o movimento improvviso delle ragioni può essere precisamente di questa natura. Il loro pericolo è che l'erosione traumatica possa trasformarsi molto rapidamente in un tumore maligno.

Malattie infettive, infiammazioni

L'insorgenza di infezioni postmenopausali non dipende dal fatto che la donna abbia una vita intima o meno. Perché i cambiamenti ormonali provocano non solo atrofia delle mucose, ma anche una violazione della microflora della vagina. Ora i batteri patogeni ottengono maggiore libertà di diffusione, poiché l'immunità locale viene ridotta. E il dolore, il bruciore, il sanguinamento nel periodo di postmenopausa con un odore sgradevole può essere causato da:

Inoltre, vi è un aumento della temperatura, intossicazione, se si consente lo sviluppo dell'infezione.

Attento è essere colui che fa sesso. Ma, ancora, e senza di essa, sono possibili la candidosi e la vaginite, che provocano lo scarico con il sangue, e non solo il formaggio bianco, come prima dell'arrivo della menopausa.

In alcuni casi, il sanguinamento postmenopausale è un sintomo dell'esistenza di polipi cervicali o endometriali. Il fallimento ormonale, che è accompagnato dall'estinzione ovarica, assume talvolta un carattere tale che la membrana mucosa cresce in diversi strati. L'altezza appare su una qualsiasi delle sue parti, questo è un polipo. È benigno, ma ha vasi nel suo spessore che possono esplodere, specialmente durante il contatto o lo sforzo fisico.

Questi tumori sono in grado di rinascere, quindi è necessario non solo per controllarli, ma anche per guarire. Le escrezioni provocate dai polipi possono anche verificarsi come risultato dell'attività fisica, e senza motivo, più precisamente, perché i tessuti sono separati dalla loro stessa gravità.

Il sanguinamento postmenopausale può causare fibromi. E sebbene questo di solito sia una neoplasia benigna al completamento finale del funzionamento delle ovaie, diminuisce e diminuisce, e la sua attivazione avviene anche. Particolarmente probabile quando si assumono ormoni per ridurre i sintomi della menopausa o rimedi erboristici per lo stesso scopo.

I fibromi sanguinanti nei casi più rari possono essere senza l'introduzione nel corpo di queste sostanze. Il volume di scarico da scarso a abbastanza intenso.

Iperplasia endometriale

Questa è una malattia estrogeno-dipendente, se ci fosse prima della menopausa, di solito moderava le sue manifestazioni. Ma i disturbi nel campo degli ormoni possono provocare la sua attivazione. E a volte, con un periodo climaterico corrispondente, l'equilibrio si verifica per la prima volta.

Lo scarico postmenopausale è un sintomo di iperplasia dell'endometrio se è accompagnato da dolore parossistico nel segmento addominale inferiore. Il volume del muco sanguinante può essere diverso, da abbastanza abbondante a daub.

Raccomandiamo di leggere l'articolo sulle peculiarità delle secrezioni durante la menopausa. Imparerai a conoscere il ritmo e la patologia durante la menopausa, l'aspetto del muco nel sangue, l'effetto delle infezioni.

Tumori maligni

Il cancro della vagina, dell'utero o dell'endometrio, così come le appendici, possono essere mascherati a lungo e non si dichiarano. Но водянистые выделения в постменопаузе должны уже насторожить. Кроме них женщина может ощущать дискомфорт в области репродуктивных органов, как будто там находится посторонний предмет.C'è dolore durante la minzione durante lo sforzo fisico. Di solito, tutte le sensazioni si verificano quando la vagina è danneggiata.

Sulla cervice, i tumori maligni si formano molto più spesso. Secrezioni di colore rosso possono essere segni di questa malattia se presenti anche:

  • L'odore della carne marcia
  • Dolore durante il rapporto sessuale.

Quando vengono trovate cellule "cattive" sul rivestimento uterino, viene diagnosticato un tumore dell'endometrio. Può essere preceduto da iperplasia o altre malattie dell'organo, ma a volte un tumore maligno cresce, apparentemente in modo irragionevole.

Oltre alle secrezioni ematiche, che si verificano in questo caso nel 90% dei pazienti e che sono abbondanti o scarse, si diffondono, con carcinoma endometriale, purulente. Il tumore è in grado di localizzarsi ovunque all'interno dell'utero, ma se blocca il canale cervicale, si segnala anche sul dolore causato dalla ritenzione all'interno del muco.

In ogni caso, la causa deve essere chiaramente identificata, quindi le possibilità di recupero anche con una diagnosi severa rimangono elevate.

Se la causa del sanguinamento è minore, eliminarla è anche necessaria, così come osservarla più tardi. Perché la menopausa è pericolosa con molte minacce nascoste alla salute.

Climax. . Spesso il loro aspetto è notato, anche dopo un rapporto sessuale. Lo spotting in menopausa nel 30% dei casi indica un carcinoma endometriale.

Climax. Dopo aver visitato il ginecologo, è apparsa la macchia: cosa significa, cosa fare e dove andare? . Il colpevole di mescolarsi con la perdita di sangue dopo l'esame può essere di diverse circostanze.

Individuazione dopo la menopausa: cause. . Menopausa chirurgica: manifestata dopo l'intervento chirurgico. Nota: se hai una domanda per un ostetrico-ginecologo, chiedi a lui nella sezione di consultazione con un medico.

In primo luogo, il loro lavoro è reso instabile, il che porta ad un arrivo più raro delle mestruazioni, diversa intensità di scarica. . Se tutto ciò accade dopo 55 anni, c'è una ragione per fare una diagnosi di menopausa tardiva.

Climax. Perché ci sono perdite di sangue dopo aver praticato sport. Dovrebbero essere spiegate le eventuali escrezioni dal tratto genitale femminile con inclusioni di sangue.

Individuazione dopo la menopausa: cause. . Menopausa chirurgica: manifestata dopo l'intervento chirurgico. Nota: se hai una domanda per un ostetrico-ginecologo, chiedi a lui nella sezione di consultazione con un medico.

Precedentemente richiesto:

Ciao, mi piacerebbe sapere, dopo la menopausa chirurgica, il sangue è normale o no, l'operazione è stata nel 2009. L'ovaia è a posto.

Benvenuto! Spero di aver capito bene - una scarica sanguinolenta dal tratto genitale. Vorrei anche chiarire cosa significhi "menopausa chirurgica" - solo il corpo dell'utero o dell'ablazione (cauterizzazione della cavità dell'utero). Poiché la rimozione del corpo dell'utero (o con il collo) viene eseguita più spesso, oso supporre che il volume dell'operazione fosse lo stesso per te. Non ci dovrebbero essere sanguinamento in ogni caso. Un'eccezione è una variante dell'amputazione elevata se si dispone di una cervice e una parte (a volte piuttosto piccola) del corpo. Ma poi lo spotting sarà estremamente scarso e regolare al mese, verrà stabilito subito dopo l'operazione o dopo 2-5 mesi. A quanto ho capito, hai avuto una scarica sanguinolenta dopo un lungo periodo di assenza. Le cause più comuni sono le seguenti:
1. se è stata eseguita l'amputazione (solo il corpo dell'utero viene rimosso, c'è una cervice) - sanguinamento dal moncone infiammato (durante un'infezione genitale, per esempio), polipo del canale cervicale, cancro o displasia cervicale
2. se è stata eseguita l'estirpazione (utero e cervice sono stati rimossi) - sanguinamento dal moncone infiammato, alterazioni maligne nel moncone o nella vagina, germinazione dei tumori dagli organi vicini.

ie individuare è un sintomo grave. Si consiglia di consultare un medico dopo l'esame, l'esame ecografico del bacino e gli strisci chiariranno l'immagine. E non rimandare la visita a uno specialista, se la scarica si interrompe - molto probabilmente riappariranno di nuovo, ma il tempo andrà perso. Tutto il meglio!

Articoli correlati

Climax. . Spesso il loro aspetto è notato, anche dopo un rapporto sessuale. Lo spotting in menopausa nel 30% dei casi indica un carcinoma endometriale.

Climax. Dopo aver visitato il ginecologo, è apparsa la macchia: cosa significa, cosa fare e dove andare? . Il colpevole di mescolarsi con la perdita di sangue dopo l'esame può essere di diverse circostanze.

Individuazione dopo la menopausa: cause. . Menopausa chirurgica: manifestata dopo l'intervento chirurgico. Nota: se hai una domanda per un ostetrico-ginecologo, chiedi a lui nella sezione di consultazione con un medico.

In primo luogo, il loro lavoro è reso instabile, il che porta ad un arrivo più raro delle mestruazioni, diversa intensità di scarica. . Se tutto ciò accade dopo 55 anni, c'è una ragione per fare una diagnosi di menopausa tardiva.

Perché ci sono sanguinamento vaginale dopo la menopausa?

Il sanguinamento vaginale dopo la menopausa non è normale. Può essere causato da una serie di motivi diversi.

Il sanguinamento vaginale postmenopausale può avere diverse cause. I più comuni di questi includono:

  • Atrofia dell'endometrio. Quando l'ormone estrogeno viene prodotto nel corpo di una donna, il tessuto endometriale inizia a diventare più sottile. Come risultato di questo processo, lo strato di rivestimento della superficie interna dell'utero diventa più incline a sanguinare.
  • Iperplasia endometriale. In questa condizione, il rivestimento dell'utero si ispessisce invece di diventare più sottile, e questo fatto causa sanguinamento grave o irregolare. La causa dell'iperplasia endometriale è spesso la produzione eccessiva di estrogeni senza compensare questo ormone con progesterone. A volte questa condizione può portare al cancro dell'endometrio.
  • Cancro dell'endometrio. Questo tipo di cancro si sviluppa nel tessuto endometriale. Secondo uno studio della Harvard Medical School, circa il 10% delle donne che osservano il sanguinamento uterino dopo la menopausa hanno questi problemi a causa del cancro dell'endometrio.
  • Polipi. Queste sono formazioni che possono svilupparsi sullo strato interno della parete uterina. Di solito non sono cancerogene, ma possono causare sanguinamento imprevisto e grave. A volte i polipi possono crescere all'interno del canale cervicale. Quando ciò accade, la donna può sperimentare sanguinamento durante l'attività sessuale.

Altre potenziali, ma meno comuni cause di sanguinamento vaginale dopo la menopausa includono:

  • problemi di coagulazione del sangue
  • infezione da endometrite, chiamata endometrite,
  • lesioni pelviche
  • sanguinamento del tratto urinario,
  • disordine della funzione tiroidea.

Gli effetti collaterali di alcuni farmaci ormonali, come il tamoxifene, possono anche causare sanguinamento nel periodo mestruale. Molte donne sperimentano sanguinamento durante i primi sei mesi di trattamento con terapia ormonale sostitutiva.

È importante! Indipendentemente dalla principale causa potenziale, è importante che una donna veda un medico se osserva lo scarico di sangue dalla vagina dopo la menopausa.

Diagnosi di sanguinamento vaginale dopo la menopausa?

Il trattamento prescritto da un medico dipenderà dai motivi che causano sanguinamento vaginale.

Il medico inizierà a cercare la causa dell'emorragia postmenopausale, chiedendo alla donna la presenza e la natura di altri sintomi. Potrebbe anche chiedere di quanto segue:

  • quando la donna iniziò a osservare i sintomi,
  • quanto sangue viene rilasciato dalla vagina,
  • Qualcuno della sua famiglia ha avuto un sanguinamento vaginale dopo la menopausa?

A seconda dei sintomi aggiuntivi che si osservano in una donna, il medico può raccomandare procedure diagnostiche.

Un elenco di esempi di procedure diagnostiche per il sanguinamento postmenopausale può includere quanto segue.

  • Espansione e curettage. Questa procedura prevede la dilatazione della cervice per ottenere un campione di tessuto. Il medico usa uno strumento speciale chiamato isteroscopio per vedere l'utero e identificare eventuali formazioni potenziali.
  • Biopsia endometriale. Come parte di questa procedura, un piccolo tubo sottile viene inserito nella vagina, che raggiunge la cervice e preleva un campione dello strato di rivestimento dall'utero. Il campione di tessuto risultante viene quindi analizzato per la presenza di cellule anormali, come le cellule tumorali.
  • Isteroscopia. Questa procedura comporta l'introduzione nella vagina dello strumento (isteroscopio), che ha alla sua estremità una piccola telecamera illuminata. Utilizzando un isteroscopio, la condizione dell'utero e il suo strato di rivestimento viene controllata per la presenza di polipi e cellule anormali.
  • Sonogisterografiya. Durante questa procedura, il fluido viene introdotto per la prima volta nella vagina e nell'utero, quindi il medico utilizza un'attrezzatura speciale che, utilizzando le onde sonore, aiuta a identificare la differenza nei tessuti e crea un'immagine visualizzata dell'utero. Nel processo di ecografia transaddominale o sonogisterografia, il medico può vedere che l'endometrio è più spesso o più sottile di quanto dovrebbe essere.
  • Ecografia transvaginale Questa procedura prevede l'introduzione di una speciale sonda ad ultrasuoni nella vagina, che consente al medico di esaminare e visualizzare l'utero dal suo fondo e non dalla parte inferiore della cavità addominale.

La maggior parte di questi metodi diagnostici viene eseguita nello studio del medico, ma alcuni di essi, come la dilatazione e il curettage, vengono di solito eseguiti in un ospedale o in un centro chirurgico.

Trattamento del sanguinamento dalla vagina dopo la menopausa

Il trattamento del sanguinamento postmenopausale di solito dipende dalla causa che li causa.

Un medico può rivedere tutte le informazioni ottenute dalle procedure e dai test diagnostici al fine di sviluppare un piano di trattamento migliore. Le opzioni di trattamento per alcune delle principali cause di sanguinamento sono elencate di seguito.

  • Polipi. Il trattamento dei polipi può comportare la rimozione chirurgica dei polipi, dopodiché queste formazioni non sanguineranno più.
  • Cancro dell'endometrio. Spesso, il trattamento del carcinoma endometriale consiste nel rimuovere l'utero insieme ai linfonodi vicini attraverso i quali il tumore può diffondersi in altre parti del corpo. Questa procedura è chiamata isterectomia. A seconda del grado di tumore, una donna può anche sottoporsi a chemioterapia o radioterapia (radioterapia).
  • Iperplasia endometriale. Le donne che hanno questa condizione possono assumere medicinali chiamati progestinici. Questi farmaci aiutano a prevenire la formazione di un rivestimento troppo spesso dell'utero. Successivamente, il medico può iniziare controlli regolari per le cellule anomale nell'utero per valutare la possibilità di sviluppare il cancro dell'endometrio.

Se una donna ha sanguinamento vaginale dovuto al fatto che il tessuto endometriale è troppo sottile, il medico può prescrivere il suo estrogeno vaginale, che può ridurre l'effetto del tessuto troppo sottile.

Sanguinamento vaginale dopo la menopausa non è raro

Secondo gli scienziati americani, circa il 4 e l'11% delle donne che hanno superato la menopausa, affronta sanguinamento vaginale.

Una donna può sperimentare perdite occasionali di sangue dalla vagina durante la perimenopausa, cioè mentre il corpo si sta preparando per la menopausa. Ma il sanguinamento dopo la menopausa non è considerato normale.

Sebbene il sanguinamento dopo la menopausa non indichi sempre che ci sono seri problemi, una donna dovrebbe consultare il proprio medico su questo argomento, il quale, dopo aver condotto le procedure diagnostiche, può escludere malattie pericolose come il cancro dell'endometrio.

La maggior parte delle procedure diagnostiche non è invasiva e può essere eseguita nello studio del medico.

classificazione

Nella pratica medica, ci sono diversi tipi di sanguinamento dopo il periodo climaterico, a seconda della natura delle manifestazioni e del quadro clinico:

  • La metrorragia è un sanguinamento pericoloso che porta a una significativa perdita di sangue e può essere pericoloso per la salute. Questo tipo a volte porta alla morte.
  • La metrorragia può essere scatenata da malattie dei genitali (fibromi, polipi, tumori maligni). Allo stesso tempo, sono possibili sonnolenza, debolezza, nausea, vertigini, perdita di coscienza, battito cardiaco accelerato e brusco calo della pressione sanguigna.
  • Menorragia: scarico abbondante, che si verifica con una certa regolarità.

La polimenorrea non è sempre associata alla patologia. Tali emorragie compaiono ad intervalli inferiori a 21 giorni. Anche il trattamento delle malattie patologiche che hanno provocato il sanguinamento uterino 4 anni dopo la menopausa dipende dal loro tipo. Anche se non rappresenta un pericolo come durante la gravidanza, ma richiede un intervento medico. Tale sanguinamento può essere un segno di varie condizioni patologiche, quindi non può essere ignorato.

La causa del sanguinamento uterino può essere varie condizioni patologiche. Nelle donne in postmenopausa, le seguenti malattie possono iniziare a svilupparsi:

Iperplasia endometriale. Nelle donne in età riproduttiva con mestruazioni regolari, il rigetto dello strato endometriale avviene ogni mese, che è accompagnato dal rilascio di sangue dalla vagina. Quando si arresta la mestruazione postmenopausale, inizia l'ispessimento anormale dell'endometrio. Questo fallimento nel corpo femminile è dovuto a una serie di cause metaboliche ed endocrine, nonché alla presenza di malattie ginecologiche.

Fibromi uterini. Noduli benigni di tessuto connettivo si formano sullo sfondo dell'iperplasia dell'endometrio. I miomi possono essere stati presenti in una donna prima, ma a causa dell'estinzione dello sfondo ormonale, i legami stessi diminuiscono. Se i glitch iniziano nel sistema endocrino, l'iperplasia inizia a svilupparsi e con essa riprende la crescita dei fibroidi.

I pazienti con mioma dell'organo in post-menopausa del parto dovrebbero visitare il medico e rimuovere la crescita. Se questo non viene fatto, in futuro una donna dovrà sottoporsi a un esame annuale per prevenire lo sviluppo del cancro della sfera sessuale.

I polipi sono la causa della crescita degli strati dell'endometrio, che è un corpo ovale, collegato alla superficie mucosa dell'utero con una caratteristica gamba. Molto spesso, queste crescite si formano nelle donne in postmenopausa. Solo uno screening regolare di routine aiuta a individuare un'istruzione benigna.

Il polipo può essere fibroso, ghiandolare, adenomatoso. Nel periodo postmenopausale, le donne sono più spesso diagnosticate con un tipo di crescita ghiandolare e fibrosa. La causa dello sviluppo dei polipi è l'effetto dell'azione meccanica sull'organo uterino, i problemi del sistema endocrino, la carenza di vitamine, le malattie infettive.

Endometriosi. Si ritiene che questa malattia non si verifichi nelle donne in postmenopausa. Nessuna mestruazione - nessuna endometriosi. Tuttavia, il rischio di ricorrenza della malattia è ancora lì, è del 3,7%. L'endometriosi è caratterizzata da dolore, vertigini, brividi, vomito, febbre, irritabilità e secrezioni dal tratto genitale.

La vaginite atrofica appartiene anche alla categoria dei problemi ginecologici di natura femminile, in grado di manifestarsi nel periodo postmenopausale. La colpite legata all'età è accompagnata da infiammazione, microflora alterata dell'ambiente vaginale. Con vaginite atrofica, c'è un deterioramento nel flusso sanguigno ai tessuti vaginali. Per questo motivo, il muscolo soffre di una mancanza di sostanze necessarie e ossigeno, che porta ad una crescita compensatoria della rete capillare. I capillari sono superficiali, con emorragia petecchiale quando feriti.

Se l'emorragia dopo i 4 anni del periodo del climaterio è ripresa, vengono solitamente indicati come condizioni patologiche che richiedono una diagnosi e un trattamento immediati. Oltre a queste malattie, un'oscura eziologia della dimissione può essere scatenata da anomalie nel sistema endocrino o da un'infezione nel sistema urogenitale. Pertanto, le donne vengono esaminate completamente per escludere altre comorbidità.

Pin
Send
Share
Send
Send